Click here to load reader

1 Capitolo 13: Lofferta aggregata Capitolo 13 Lofferta aggregata

  • View
    216

  • Download
    1

Embed Size (px)

Text of 1 Capitolo 13: Lofferta aggregata Capitolo 13 Lofferta aggregata

  • Slide 1
  • 1 Capitolo 13: Lofferta aggregata Capitolo 13 Lofferta aggregata
  • Slide 2
  • 2 Capitolo 13: Lofferta aggregata C sempre una relazione negativa temporanea tra inflazione e disoccupazione; non ce n una permanente. Lesistenza di tale relazione temporanea non deriva dallinflazione in s, ma dal fatto che non sia stata prevista, il che, in genere, significa un tasso di inflazione crescente. Milton Friedman
  • Slide 3
  • 3 Capitolo 13: Lofferta aggregata Il percorso La domanda aggregata in una economia aperta Derivazione della curva di offerta aggregata. Tre modelli di offerta aggregata in cui il prodotto dipende positivamente dal livello dei prezzi nel breve periodo. Relazione inversa di breve periodo tra disoccupazione e inflazione: la curva di Phillips. Aspettative adattative e razionali. Il costo della disinflazione.
  • Slide 4
  • 4 Capitolo 13: Lofferta aggregata La teoria classica La neutralit della moneta Variazioni di P non cambiano il prodotto In realt il reddito e la produzione offerta dipendono dal livello dei prezzi. Le imprese sono disposte a offrire una quantit di prodotto maggiore se possono aumentare i prezzi Questo verso soltanto nel breve periodo. Nel lungo periodo le variabili monetarie sono neutrali (teoria classica).
  • Slide 5
  • 5 Capitolo 13: Lofferta aggregata I tre modelli di offerta aggregata Curva di offerta aggregata di breve periodo: Y : Produzione Livello naturale della produzione (potenziale) P : Livello dei prezzi Livello atteso dei prezzi La differenza tra Y e il suo livello naturale proporzionale alla differenza tra prezzi effettivi e prezzi attesi.
  • Slide 6
  • 6 Capitolo 13: Lofferta aggregata I tre modelli di offerta aggregata Curva di offerta aggregata di breve periodo: La curva di offerta aggregata di breve periodo pu essere derivata da tre modelli economici: Salari vischiosi Informazione imperfetta Prezzi vischiosi
  • Slide 7
  • 7 Capitolo 13: Lofferta aggregata I salari vischiosi I lavoratori e le imprese negoziano i contratti e fissano i salari nominali prima di conoscere quali saranno i livelli effettivi dei prezzi. Il salario nominale W fissato per ottenere un salario reale, dato il livello atteso dei prezzi:
  • Slide 8
  • 8 Capitolo 13: Lofferta aggregata la disoccupazione e il prodotto sono ai loro livelli naturali i salari reali calano e le imprese assumono pi lavoratori i salari reali sono superiori agli obiettivi e le imprese assumono meno lavoratori Poich il salario nominale fissato allora se: I salari vischiosi
  • Slide 9
  • 9 Capitolo 13: Lofferta aggregata Derivazione grafica della curva di offerta aggregata di breve periodo nella teoria dei salari vischiosi
  • Slide 10
  • 10 Capitolo 13: Lofferta aggregata Il salario reale dovrebbe essere anticiclico: dovrebbe variare in direzione opposta al reddito nel corso del ciclo economico. Nelle espansioni, quando i P crescono, il salario reale dovrebbe calare. Nelle recessioni, quando i P calano il salario reale dovrebbe crescere. Questa predizione non verificata nel mondo reale: I salari vischiosi Implicazioni
  • Slide 11
  • 11 Capitolo 13: Lofferta aggregata Analisi di un caso La ciclicit del salario reale negli USA Salario reale Variazione percentuale del PIL 1982 1975 1993 1992 1960 1996 1999 1997 1998 1979 1970 1980 1991 1974 1990 1984 2000 1972 1965 321012378654 4 3 2 1 0 2 3 4 5
  • Slide 12
  • 12 Capitolo 13: Lofferta aggregata Il modello con informazione imperfetta Ipotesi Tutti i salari e i prezzi sono perfettamente flessibili e tutti i mercati sono in equilibrio Ogni imprenditore produce un solo bene e consuma molti beni: la produzione dipende dal prezzo relativo Ogni imprenditore conosce il prezzo nominale del bene che produce ma non conosce il livello aggregato dei prezzi. Quindi non conosce il prezzo relativo del bene che produce.
  • Slide 13
  • 13 Capitolo 13: Lofferta aggregata Lofferta di ogni bene dipende dal suo prezzo relativo: il prezzo nominale del bene diviso per il livello medio dei prezzi di tutti i beni. Le imprese non conoscono il livello generale dei prezzi al momento in cui decidono quanto produrre, ma solo il prezzo atteso P e. Se P cresce, ma P e non cresce, allora le imprese credono che il loro prezzo relativo sia cresciuto e producono di pi. Poich tutte le imprese aumentano lofferta, Y cresce se P superiore a P e. Il modello con informazione imperfetta
  • Slide 14
  • 14 Capitolo 13: Lofferta aggregata Il modello con prezzi vischiosi Le imprese cambiano i prezzi poco frequentemente: (Contratti a lungo termine, costi di men e per non indisporre i clienti). I prezzi desiderati delle imprese aumentano con il reddito (che aumenta la domanda e i costi di produzione) e con il livello medio dei prezzi (aumenta i costi dei fattori). Se il reddito Y aumenta, le imprese osservano un aumento della domanda per i loro prodotti. A prezzi vischiosi, alcune imprese aumentano i prezzi Altre aumentano la produzione e la domanda di lavoro Aumenta il salario reale di equilibrio. Implicazioni: Il salario reale pro-ciclico.
  • Slide 15
  • 15 Capitolo 13: Lofferta aggregata La curva di offerta aggregata di breve periodo Da questi tre modelli economici: salari vischiosi informazione imperfetta prezzi vischiosi deriva una curva di offerta aggregata di breve periodo:
  • Slide 16
  • 16 Capitolo 13: Lofferta aggregata Offerta aggregata di breve periodo P Y Lofferta di breve periodo superiore/inferiore al livello naturale se i prezzi sono superiori/inferiori a quelli attesi. OALP: OABP: P > P e P < P e P = P e
  • Slide 17
  • 17 Capitolo 13: Lofferta aggregata Offerta aggregata di breve periodo La curva di OABP tracciata per un dato livello dei prezzi attesi P Y Consideriamo un aumento inatteso della domanda aggregata. La curva DA si sposta verso lalto. OALP DA Y* 1 OABP P* 1 DA 2
  • Slide 18
  • 18 Capitolo 13: Lofferta aggregata P Y OABP Il prodotto cresce al di sopra del suo tasso naturale e P sopra il livello atteso P* 1 (che non cambiato) Tuttavia: i produttori osservano un aumento generalizzato dei prezzi oltre che un aumento di produzione OALP DA 2 Y* 1 DA 1 P* 1 P* 2 Offerta aggregata di breve periodo
  • Slide 19
  • 19 Capitolo 13: Lofferta aggregata P* 1 P Y Nel tempo anche P e cresce e sposta la OABP in alto. I prezzi crescono ulteriormente. Il prodotto torna al suo livello naturale. OALP DA 2 DA 1 OABP OABP 2 P* 3 Y* 1 Offerta aggregata di breve periodo
  • Slide 20
  • 20 Capitolo 13: Lofferta aggregata Inflazione, disoccupazione e la curva di Phillips Le politiche economiche, fiscali o monetarie, possono permettere un aumento temporaneo della produzione e, quindi una riduzione della disoccupazione. Tuttavia le politiche espansive mettono i prezzi sotto pressione e creano inflazione. Esiste quindi una: relazione inversa tra disoccupazione e inflazione
  • Slide 21
  • 21 Capitolo 13: Lofferta aggregata Inflazione, disoccupazione e la curva di Phillips La curva di Phillips esprime come funzione di: o Inflazione attesa, e o Disoccupazione Ciclica: La differenza tra il tasso corrente di disoccupazione ed il suo livello naturale: o Shock di offerta, > 0: costante esogena
  • Slide 22
  • 22 Capitolo 13: Lofferta aggregata La curva di Phillips: derivazione dalla OABP Dalla curva OABP otteniamo: Tenendo conto degli shock di offerta E sottraendo il livello dei prezzi del periodo precedente:
  • Slide 23
  • 23 Capitolo 13: Lofferta aggregata La curva di Phillips: derivazione dalla OABP.. Che in termini di inflazione attesa implica (con P e Y in log): Secondo la legge di Okun: Abbiamo:
  • Slide 24
  • 24 Capitolo 13: Lofferta aggregata La curva di Phillips e la OABP La curva OABP: Il prodotto legato alle variazioni inattese nel livello dei prezzi. La curva di Phillips: La disoccupazione legata alle variazioni inattese nel tasso di inflazione.
  • Slide 25
  • 25 Capitolo 13: Lofferta aggregata Aspettative adattative Se gli individuai formano le loro aspettative sullinflazione futura basandosi sullosservazione dellinflazione passata Inflazione attesa = Inflazione dellanno precedente In questo caso la curva di Phillips diventa:
  • Slide 26
  • 26 Capitolo 13: Lofferta aggregata Inerzia nellinflazione La curva di Phillips implica lesistenza di inerzia nellandamento dellinflazione: In assenza di shock di offerta o disoccupazione ciclica linflazione rimane al tasso corrente. Linflazione passata influenza le aspettative correnti su quella futura che, infine, influiscono sulla determinazione di prezzi e salari. Se u = u n linflazione non accelera: u n detto NAIRU (Non Accelerating Inflation Rate of Unemployment)
  • Slide 27
  • 27 Capitolo 13: Lofferta aggregata Inerzia nellinflazione Perch la nostra moneta ha sempre minor valore? Forse abbiamo inflazione semplicemente perch ci aspettiamo di averla; e ci aspettiamo di averla perch labbiamo avuta fino a ieri Robert Solow
  • Slide 28
  • 28 Capitolo 13: Lofferta aggregata Le variazioni di inflazione: due cause Inflazione da costi: risulta da shock di offerta che aumentano i costi di produzione e inducono le imprese ad aumentare i prezzi creando inflazione. Inflazione da domanda: risulta da shock di domanda che inducono un aumento delloccupazione e tendono a

Search related