Macchine di raccolta per l’olivicoltura toscana Macchine ...· Macchine di raccolta per l’olivicoltura

  • View
    221

  • Download
    1

Embed Size (px)

Text of Macchine di raccolta per l’olivicoltura toscana Macchine ...· Macchine di raccolta per...

  • Finanziato dalla Comunit EuropeaRegolamento (CE) n. 528/99

    Macchine di raccoltaper lolivicoltura toscana

    Regione ToscanaA.R.S.I.A.

    15

    Macch

    ine d

    i raccolta p

    er lolivico

    ltura to

    scana

    Macchine di raccolta per lolivicoltura toscana

    LARSIA da sempre impegnata nella promozione e diffusionedellinnovazione nei settori delle produzioni agricole, particolarmente sensibile alla valorizzazione dellolivicolturache rappresenta una risorsa primaria per tutta leconomiaToscana. Il patrimonio olivicolo produce infatti olio tipico diqualit rara, cui si aggiunge il valore proprio degli oliveti chesono parte caratterizzante del paesaggio e della cultura delterritorio; il mantenimento dellolivicoltura si sovrappone cosalla conservazione stessa della tipicit Toscana.Il problema fondamentale del settore rappresentato dalla raccoltadelle olive che non ha trovato ancora soluzioni adeguate edefficienti con la conseguenza di un costo di raccolta spesso fuoridei limiti della sostenibilit economica per lazienda produttrice.Gli sforzi di ricercatori e costruttori che ormai da 40 anni siapplicano su tale obiettivo hanno prodotto soluzioni spessopoco conosciute e diffuse. Questo manuale rappresenta unapprofondimento in tal senso ed espone un quadro dellerealizzazioni prodotte, molte delle quali, grazie allevoluzionetecnologica recente, hanno raggiunto oggi un notevole livellodi efficienza e costituiscono una soluzione effettiva nellediverse tipologie aziendali.

  • La qualit dellolio doliva 15

    MACCHINE DI RACCOLTA Olio 15 28-05-2001 16:26 Pagina 1

  • ARSIA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e lInnovazione nel settore Agricolo-forestalevia Pietrapiana, 30 - 50121 Firenzetel. 055 27551 fax 055 2755216 - 055 2755231Web: www.arsia.toscana.itE-mail: posta@arsia.toscana.it

    DIAF dipartimento di ingegneria agraria e forestaleUniversit degli Studi di Firenzep.le delle Cascine 1550144 Firenze

    Marco VieriProfessore associato presso il DIAF

    Angelo BoDottorando di ricerca presso il DIAF

    A cura di Natale Bazzanti - ARSIAMarco Toma - ARSIA

    Le foto sono di Tombesi [11,17], Ricci [2,3,5], Vieri [4,9,12,13,15,23,24,25,26,29],Andreucci [6], Co.i.ma [7], Olivella [8], Cifarelli [10], Sigma 4 [14,18,21,22], Ortiz-Canavate[16], Oliva Matic [19], Meia [20], Planas, Rossi, Bartolozzi [27], Korvan [28]Tutti di disegni allegati e non specificati sono tratti da Pellizzi

    Ringraziamenti: Si ringraziano il Prof. Roberto Polidori e il Sig. Alessandro Crovetti per la collaborazione.e lInnovazione nel settore Agricolo-forestale

    Stampa: EFFEEMME LITO srl, Firenze

    Cura redazionale, grafica e impaginazione: Tosca srl, Firenze

    Stampa: EFFEEMME LITO srl, Firenze

    Fuori commercio, vietata la vendita Copyright 2001 ARSIA Regione Toscana

    MACCHINE DI RACCOLTA Olio 15 28-05-2001 16:26 Pagina 2

  • Macchine di raccoltaper lolivicoltura toscana

    a cura di

    Marco Vieri, Angelo Bo - DIAFNatale Bazzanti, Marco Toma - ARSIA

    ARSIA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e lInnovazionenel settore Agricolo-forestale, Firenze

    MACCHINE DI RACCOLTA Olio 15 28-05-2001 16:26 Pagina 3

  • Presentazione 7

    I. Le attuali tecniche di raccolta delle olive 9La raccolta manuale 13

    La raccolta meccanizzata 15Le spazzole ruotanti 16I pettini 17Gli scuotitori portatili 21

    La raccolta meccanica 22Gli scuotitori 23Le testate di pettinatura 33Gli organi di intercettamento e recupero delle olive 38

    II. Le tecnologie emergenti 41Sviluppo di cantieri innovativi per le aree difficili 41Le macchine per la raccolta in continuo 48

    III. Aspetti tecnico-economici della raccolta meccanizzata 55

    Bibliografia 63

    Allegati 71

    1 - Tabelle di comparazione dei costi in cantieri con diversi metodi di raccolta 71

    2 - Metodo di stima della Superficie di Minima Convenienza fra due soluzioni operative possibili 79

    Sommario

    MACCHINE DI RACCOLTA Olio 15 28-05-2001 16:26 Pagina 5

  • Lolivicoltura toscana da sempre caratterizzata dai conno-tati di un ambiente ai limiti della possibilit di coltivazione.

    Se da un lato questo costituisce un fattore che concorre a ren-dere particolare la nostra produzione, dallaltro si configuracome un forte vincolo produttivo che non consente raccolti faci-li ed abbondanti.

    Il clima toscano e la posizione dei nostri oliveti si traduconospesso in un bilancio economico a rischio per la coltura, bilanciosu cui gravano anche gli alti costi di una raccolta tradizional-mente manuale.

    La meccanizzazione delle operazioni colturali, con particola-re riferimento alla raccolta, pu essere una soluzione per ridur-re i costi di produzione e risolvere anche i non pochi problemilegati alla manodopera necessaria per effettuare tale operazione.

    Con questa pubblicazione, edita nellambito della collana sulmiglioramento della qualit dellolio di oliva, vogliamo offrireuna panoramica sulle macchine, piccole e grandi, che il mercatopropone, e mettere a disposizione degli olivicoltori alcuni stru-menti per valutare lopportunit ad introdurre la meccanizza-zione della raccolta nella propria azienda.

    Maria Grazia Mammuccini Amministratore ARSIA

    Presentazione

    MACCHINE DI RACCOLTA Olio 15 28-05-2001 16:26 Pagina 7

  • La raccolta delle olive rappresenta la voce di costo pi alta ditutta la filiera olivicola; in Toscana tale operazione incide con uncosto pari a circa il 50% del valore del prodotto, indipendente-mente dal tipo di retribuzione stabilita (in olio, in comparteci-pazione, con assunzione a tempo determinato) e comporta unnotevole abbattimento del reddito per lolivicoltore.

    La scelta del metodo di raccolta da introdurre nella partico-lare realt aziendale oggi una costante preoccupazione perlassoluta necessit di incrementare la produttivit degli opera-tori, per la valutazione della sostenibilit economica di tecnolo-gie costose, per lidentificazione delle macchine e dellorganiz-zazione del lavoro pi efficienti nelle particolari condizionidelle diverse olivicolture della Toscana. Dati recenti [INEA, 1997]evidenziano la ripartizione percentuale dellolivicoltura regio-nale: 10,5% montagna; 82,7% collina; 6,8% pianura. Laddove possibile riuscire a raddoppiare la produttivit di raccoltarispetto alla normale brucatura manuale sicuramente conve-niente introdurre sistemi meccanizzati; il livello di tecnologiaapplicabile poi funzione diretta delle condizioni operative edel numero di piante da raccogliere. In generale tutte le attrez-zature che agevolano meccanicamente la raccolta (es.: pettinipneumatici) raggiungono questo obiettivo; con la raccolta mec-canizzata, ovvero con uso di pettini di raccolta o scuotitori emovimentazione manuale delle reti si aumenta di circa 4-5 voltee con quella meccanica si arriva a circa 10 volte.

    Per poter individuare la combinazione tecnologica piopportuna comunque indispensabile verificare alcuni fattorifondamentali: le caratteristiche morfologiche delloliveto, che costituiscono un

    I. Le attuali tecniche di raccoltadelle olive

    MACCHINE DI RACCOLTA Olio 15 28-05-2001 16:26 Pagina 9

  • vincolo dimensionale e tipologico alle macchine da introdurre; le caratteristiche climatiche della zona, che impongono alcune

    scelte molto importanti nella organizzazione delle operazioni; le propriet caratteristiche delle cultivar di olive da raccogliere.

    Per quanto riguarda lidoneit delle olive ad essere raccoltemeccanicamente in funzione del loro grado di maturazione, sirimanda il lettore alla pubblicazione ARSIA n. 4 Lestrazione del-lolio dalle olive, dove si riportano le caratteristiche della matura-zione in base alla presa di colore delle drupe, anche se non esi-ste una stretta correlazione tra variazione nel colore dei frutti eresistenza dinamometrica al distacco.

    Le cultivar si dividono in due gruppi in relazione alla scala-rit di maturazione: cultivar a maturazione scalare (nello stesso momento trovia-

    mo sulla pianta frutti con stadi di maturazione diversi e cioolive verdi, appena inviate, inviate e nere);

    cultivar a maturazione contemporanea e compatta;

    ed in tre gruppi per il momento di maturazione: precoci (es. Leccino) medio precoci (es. Moraiolo) tardive (es. Frantoio).

    Nella Tab. 1 riportato il periodo di maturazione riferito adalcune cultivar, indicato dalla banda colorata collocata sul calen-dario in funzione dellepoca di maturazione. La lunghezza dellebande esprime il grado di scalarit di maturazione nelle varie cul-tivar (pi lunga la banda della tabella maggiore la scalarit).

    Lefficacia della raccolta meccanica poi condizionata dallepropriet fisico-meccaniche proprie di ogni singola cultivar.Alcune variet quali ad esempio il Moraiolo, presentano co-munque una maggiore resistenza al distacco delle drupe, ren-dendo indubbiamente pi difficile la meccanizzazione delleoperazioni di raccolta.

    Nella scelta del momento pi opportuno per eseguire la rac-colta vi sono sicuramente alcune regole fondamentali (Valli, 1996): con cultivar soggette alla caduta naturale dei frutti prima

    della raccolta necessario anticipare la raccolta; questo feno-meno, oltre a determinare gravi perdite di prodotto, non con-sente di ottenere un olio di qualit qualora si volessero fran-

    10 A R S I A

    MACCHINE DI RACCOLTA Olio 15 28-05-2001 16:26 Pagina 10

  • gere le olive cascolate; anticipando la raccolta si possono evitare pi facilmente i

    danni causati dalle avversit atmosferiche (grandine, vento,freddo) e parassitarie (mosca dellolivo in particolare);

    dalle olive raccolte precocemente rispetto alla loro matura-zione fisiologica, si ottiene un olio qualitativamente miglio-re, di bassa acidit e con buone note aromatiche;

    1