Significato Esoterico Della Spirale

  • View
    378

  • Download
    7

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Significato Esoterico Della Spirale

Text of Significato Esoterico Della Spirale

  • SIGNIFICATO ESOTERICO DELLA SPIRALE

    La spirale nella cultura celtica un simbolo antichissimo che sta a simboleggiare l'espansione, lacrescita e lo sviluppo. Nei suoi molteplici significati la spirale rappresenta l'universo e l'infinito, ilsole e il suo movimento e pi importante la strada da seguire per andare alla ricerca di se stessi.

    Triskel: La spirale della vita che abbraccia la terra. Assume tuttavia altrisignificati: la triplice manifestazione (forza, conoscenza, amore); dell' unitadivina, maschile e femminile; era il simbolo delle tre classi della societceltica (guerrieri, druidi, produttori); rappresentava, anche, l'energia ''inmovimento'' di aria, acqua e fuoco, riunite nel centro ''spirituale'' dell'emblema. Nella simbologia pi comune celtica esistevano come simbolo laspirale, la tripla spirale (o triskel, tipo la svastica ma con tre bracciaarrotondate) e il cerchio, e tutti e tre erano principalmente simboli solari. Per

    la spirale c'era anche il significato di infinito e rinascita o reincarnazione. Per il triskel c'era anche ilsignificato dell'armonia dei tre mondi (terreno, celeste e aldil).

    Poi i missionari cristiani, o meglio i vescovi inviati soprattutto in Irlanda verso la fine dell'ImperoRomano (tipo san Patrizio), unificarono i due simboli, creando cos la croce celtica, un cerchio conla croce in mezzo, simbolo dell'unione e del compromesso tra il cristianesimo e le tradizionidruidiche celtiche. Peraltro, il triskel come elemento architettonico, simbolico e ornamentale, presente sulle facciate delle chiese gotiche.

    Il simbolo rivela determinati aspetti della realt - gli aspetti pi profondi - che sfuggono a qualsiasialtro mezzo di conoscenza. Secondo Giambico, un mistico siriano del II secolo d.c. fondatore di unascuola neoplatonica, i simboli compiono da s la loro opera, infatti i simboli parlano direttamentealluomo, mostrandosi in modo immediato nella loro veste materiale, riportando alla luce ilsignificato essenziale dellEsistenza, altrimenti nascosto, con lutilizzo delle semplici parole. Isimboli proiettano luomo nella dimensione del sacro. Noi siamo abituati a questa esistenza e aquesto mondo, non ne sappiamo pi vedere le ombre, gli abissi, gli enigmi e ci vogliono ormai deglispiriti straordinari per scoprire i segreti delle cose ordinarie.

    SIGNIFICATO ESOTERICO DEL CENTRO

    Il centro uno dei simboli esoterici fondamentali. Esso rappresenta lUno, lorigine di tutte le cose,il principio primo da cui ha inizio la creazione. Il Centro essenzialmente il Principio: il centroprincipiale, a partire dal quale tutto ha origine, il punto indiviso, senza dimensione n forma,immagine perfetta dellUnit primigenia e finale in cui ogni cosa trova inizio e fine, perch tutte lecose ritornano allenergia principale che le ha create, riunendosi alla perfezione assoluta. Il centro lEssere puro, lAssoluto, il Trascendente, diffuso nello spazio-tempo materiale, che altro non chelirradiazione dellAssoluto. Senza tale riferimento naturale, lo spazio-tempo non sarebbe cheprivazione, vuoto nel caos. Per gli antichi, il cielo non che un mare, in cui la Stella Polaremanifesta il punto primordiale delloceano celeste, del quale il mondo solo una frangia esterna,lultima creata.

    IL SIGNIFICATO ESOTERICO DELLA CROCE

    un simbolo antichissimo e universale. La croce costituita da due segmenti postia 90 gradi, ad eccezione della croce di SantAndrea che ha i segmenti uno inclinatoa destra e laltro verso sinistra, simboleggianti lincontro di due fattori similari maopposti nella loro azione. La figura originaria della croce il cerchio, indicativodellintero Universo, suddiviso nei suoi quattro quadranti, oppure il cerchiosimboleggiante il sole, privato di parti della circonferenza, per suggerirne ladinamicit (la rotazione) e lemanazione di energia. da questa seconda forma che

  • prende origine la svastica, croce di origine indiana e diffusa nellantichit greco-romana. Rispettoad una forma pi primitiva essa porta ad una geometrizzazione lineare degli archi di circonferenza.La croce rientra in un simbolismo cosmico che mette in moto le valenze energetiche della Natura. Idue segmenti rappresentano le polarit dellesistenza. Il segmento orizzontale rappresenta la polaritnegativa, la materia, la superficie terrena che separa i due regni, quello infero da quello celeste edha una valenza passiva. Il segmento verticale, la polarit positiva, mette in comunicazione il mondoceleste con quello sotterraneo, perci ha una valenza attiva collegando il basso con lalto. Lattivoche attraversa il passivo si ricollega allidea di fecondit: Dio si unisce alla Natura per generare ciche . Infatti il punto dintersezione delle due braccia il simbolo del Principio universale, dove gliopposti da antitetici diventano complementari, riducendosi armonicamente in unit: nellesoterismoislamico e in quello ebraico, esso chiamato Shekinh, Palazzo Santo, la dimora dellUno che .Importante capire che leffettiva realizzazione della totalit dellessere, che al di l di qualsiasicondizione, precisamente ci che la dottrina ind chiama Moksha (liberazione) e che lesoterismodefinisce identit suprema. La croce pu essere ricollegata allAlbero della Vita, nella sua valenzaattiva, rappresenta il microcosmo che rispecchia il Macrocosmo. La croce un simbolo dorigineprecristiana, manifestatosi in numerose varianti.

    LAnkh,la croce ansata degli antichi Egizi, simboleggia la vita. La croce egiziariceve lenergia superiore dalla divinit e la trasmette alla persona o entit alla qualeviene conferita.

    La croce a forma di Tau, molto diffusa nellantichit fenicia e greca, e con cui pitardi i Druidi celtici rappresentavano il dio Hu, poi adottata da San Francesco.Lorigine del simbolo della croce probabilmente duplice: da una parte nellaprotoforma del tau, essa pot derivare dalla stilizzazione delle corna del toro odellariete, gli animali simbolo della forza riproduttrice; dallaltra dovetteincorporare valenze astronomiche e naturalistiche diverse, dalla croce equinoziale

    al diagramma cruciforme della Qabbalah, che rappresenta luomo.

    La croce celtica, detta anche druidica, rappresenta il pi alto simbolo dellaconoscenza iniziatica degli antichi druidi, ed il massimo compendio dellaloro scienza simbolo contemplato dai Druidi come sigillo del Sapere e dei 4elementi della natura che confluiscono al centro di un cerchio che simbolodel quinto elemento, della quinta essenza. Si tratta di un classico pentacolo,agente attivamente in corrispondenza con il cosmo. Questo emblema cimrico costruito sul rapporto sacro dei numeri. anche una ruota solare o ruota diLuce. La croce rappresenta sia i quattro punti cardinali, sia le due vie sacreche ogni popolo o individuo pu percorrere. I quattro punti cardinali

    rappresentano: lEst, dove sorge il sole, il potere spirituale, la luce, la vita stessa e la conoscenza;il Sud, con i suoi venti caldi, la buona stagione, le cose che crescono; lOvest il tramonto il buio imisteri ma anche la rinascita; il Nord il freddo, le prove materiali che ci temperano e migliorano.

    Le due linee che si incrociano e il loro punto di intersezione rappresenta lequilibrio. Le due viesacre: quella orizzontale, percorribile materialmente e quella verticale, percorribile spiritualmente(che unisce la terra al cielo). La croce nel cerchio (croce indiana) unisce le due precedentisimbologie in un unico simbolo. Il simbolo della croce ricollegabile al numero tre, un potentesimbolo esoterico legato alla nascita-crescita-morte, uomo-donna-prole, ecc. che ritroviamonellidea della fecondit simboleggiata dalla croce, ed esemplifica come le energie e le formemateriali si muovano spesso in un sistema binario o doppio, capace di generare una terza energiamolto potente. La raffigurazione stilizzata di due persone di sesso diverso che si unisconointimamente fra loro per dar vita a una nuova creatura, ci induce a riflettere su un altro significato

  • della Croce, e cio la risoluzione dialettica degli opposti (maschio/femmina; vita/morte;verticale/orizzontale; razionalit/intuizione, ecc.). Tali opposti sono le due braccia della croce, chevenendo assorbite in un unico contesto, cio la Croce stessa, appaiono non pi antitetici, benscomplementari fra loro.

    IL SIGNIFICATO ESOTERICO DEL NODO DI SALOMONE

    Simboleggia nella sua valenza originaria proprio l'unione profondadell'Uomo con la sfera del divino. Il Nodo di Salomone potrebbe ricollegarsiad altri simboli onnipresenti quali la Svastica (la ruota cruciforme cheallude al dinamismo cosmico), la spirale o evoluzione ciclica, i fiori, ledera(immortalit), la croce, la stella a sei punte (o Sigillo di Salomone), chealludono all'unione della Terra con il Cielo, alla circolarit del Tempo, vistocome ciclico e non lineare, in cui prevale la necessit di avere un ordine. Cosl'uomo, osservando il ciclo della Luna e del Sole, l'alternanza giorno/notte,delle stagioni, della Natura, quindi della vita, ha sempre raffigurato questo

    susseguirsi circolare di eventi: la nascita, la crescita, l'evoluzione e la morte, per poi riprendere ilmedesimo cicloLa croce e il nodo sono equivalenti, nel loro significato di salvezza e di unionetra mondo terrestre (il piano orizzontale)e celeste (verticale, ascensionale). Cos come nell'AnticoEgitto, come in molti altri popoli, al simbolo viene attribuito un potere e spesso lo troviamocorrelato alle divinit, raffigurate singolarmente o in coppia. L'Uomo, quale rappresentante di diosulla Terra, trova posto in questo linguaggio mitico e allegorico: il nodo visto come nodo d'amore,di legame sacro e indissolubile, oppure correlato ai cicli stagionali, alle attivit umane, alla vitaanimale, soprattutto acquatica. Il nodo di Salomone collegato a simboli spiraliformi come ilTriskel. Tale simbolo, caratteristico dell' iconografia celtica e assimilabile allo svastica dell'Oriente,sembra ricollegarsi al conce