Valutazione Ambientale Strategica dei Programmi Operativi pti. 2013-06-17آ  REGIONE SICILIANA Valutazione

  • View
    1

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Valutazione Ambientale Strategica dei Programmi Operativi pti. 2013-06-17آ  REGIONE SICILIANA...

  • REGIONE SICILIANA

    Valutazione Ambientale Strategica

    dei

    Programmi Operativi Regionali 2014-2020 (FEASR – FESR - FSE - Programmi di Cooperazione transfrontaliera: Italia-Malta e Italia- Tunisia)

    RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE (redatto ai sensi dell’art. 13 comma 1, Dlgs. 152/2006 e s.m.i.)

    MAGGIO 2013

    UNIONE EUROPEA

    REPUBBLICA ITALIANA

    REGIONE SICILIANA

  • Programmazione europea 2014-2020 Rapporto ambientale preliminare

    Regione Siciliana

    Sommario

    Sommario .................................................................................................................. 3

    Premessa ................................................................................................................... 5

    1.1 Applicazione della direttiva VAS alla programmazione 2014-2020 .......................... 7

    1.2 Obiettivi del rapporto ambientale preliminare ........................................................ 9

    1.3 Autorità Interessate .............................................................................................. 10

    1.3.1 Soggetti competenti in materia ambientale (SCMA) ...................................... 10

    1.3.2 Il pubblico interessato ................................................................................... 14

    2 Verifica di assoggettabilità ............................................................................... 17

    3 Inquadramento normativo .............................................................................. 18

    3.1 Normativa di riferimento per la VAS ..................................................................... 18

    3.1.1 Normativa comunitaria.................................................................................. 18

    3.1.2 Normativa nazionale ..................................................................................... 18

    3.2 Normativa di riferimento per la programmazione ................................................. 19

    3.2.1 Normativa comunitaria.................................................................................. 19

    4 VAS – Metodologia del processo di valutazione ............................................... 21

    5 Descrizione dei programmi .............................................................................. 25

    5.1 OPZIONI STRATEGICHE.......................................................................................... 27

    5.1.1 Mezzogiorno: Cittadinanza e “Industria” ....................................................... 27

    5.1.2 Città .............................................................................................................. 28

    5.1.3 Aree interne .................................................................................................. 29

    5.2 Missioni e le aree tematiche ................................................................................. 30

    5.3 RISULTATI ATTESI E AZIONI PER L’AREA TEMATICA “A” ......................................... 30

    5.3.2 RISULTATI ATTESI E AZIONI PER L’ AREA TEMATICA “B” ................................. 32

    5.3.3 RISULTATI ATTESI E AZIONI PER L’ AREA TEMATICA “C” ................................. 37

    5.3.4 RISULTATI ATTESI E AZIONI PER L’ AREA TEMATICA “D” ................................. 39

    6 Obiettivi di sostenibilità ambientale ................................................................ 42

    6.1.1 Del. CIPE 2 agosto 2002, n. 57 - Strategia d'azione ambientale per lo sviluppo sostenibile in Italia. ...................................................................................................... 42

    6.1.2 Il Settimo Programma di azione ambientale .................................................. 45

    6.1.3 Obiettivi ambientali ....................................................................................... 45

    7 Analisi di coerenza ambientale interna ............................................................ 47

  • Valutazione ambientale strategica

    Regione Siciliana

    4

    8 Metodologia di redazione del rapporto ambientale ........................................ 49

    8.1 Soggetti coinvolti nella redazione del Rapporto Ambientale .................................. 50

    8.2 Proposta di struttura/indice del rapporto ambientale ........................................... 51

    8.3 Contesto ambientale ............................................................................................. 52

    8.3.1 Temi e questioni ambientali rilevanti per il piano ........................................... 52

    8.3.2 Livello di dettaglio.......................................................................................... 54

    8.3.3 Criticità rilevate nella valutazione ambientale della programmazione 2007- 2013 (Piano di monitoraggio) ....................................................................................... 55

    8.4 Valutazione degli effetti attesi ............................................................................... 56

    8.5 Individuazione e valutazione delle alternative ....................................................... 58

    8.6 Misure atte a ridurre, impedire o compensare gli impatti ambientali .................... 58

    8.7 Piano di monitoraggio ........................................................................................... 59

    9 Valutazione ex ante ........................................................................................ 60

    10 Bibliografia ..................................................................................................... 62

  • Programmazione europea 2014-2020 Rapporto ambientale preliminare

    Valutazione ambientale strategica

    5

    Premessa

    La Regione Sicilia in atto ha l’esigenza, pur in assenza di una base giuridica compiutamente definita1, di avviare le attività necessarie alla predisposizione della programmazione 2014- 2020 e specificatamente per i fondi cofinanziati dall’Unione Europea:

    - FEASR - Programma per lo Sviluppo Rurale della Sicilia 2014-2020 (PSR) - FESR – Programma operativo FESR 2014-2020 - FSE – Programma FSE - Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia Malta 2014-2020 - Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia – Tunisia 2014-2020. Il processo di formazione di tali programmi dovrà tempestivamente essere organizzato e realizzato in modo da pervenire ad una definizione dei singoli programmi operativi nei primi mesi del 2014.

    Considerato che taluni dei programmi sopra indicati (FESR-FEASR) rientrano certamente nell’ambito di applicazione della normativa in materia di VAS e che pertanto risulta necessario avviare la procedura di Valutazione Ambientale Strategica, che costituisce “parte integrante del procedimento di adozione ed approvazione” del piano, si è proceduto a consultare l’Autorità Ambientale (Dipartimento Regionale dell’Ambiente), istituita per promuovere l'integrazione della componente ambientale in tutti i settori di azione dei Fondi strutturali in una prospettiva di sviluppo sostenibile, quale struttura regionale idonea a supportare le autorità proponenti (AdG FESR, AdG FEASR-FSE) nello svolgimento della procedura di VAS, anche sulla base del documento “Rapporto Ambientale Preliminare - schema di redazione” prodotto dal Dipartimento della programmazione, con il supporto del NVIIP e della AAR, che è stato messo a disposizione di tutti i dipartimenti responsabili dell’attuazione della futura programmazione (e-mail della Segreteria del Comitato di Sorveglianza del 12/04/2013 avente per oggetto: Programmazione 2014-2020 Rapporto Ambientale Preliminare).

    Per quanto sopra, si rende necessario avviare la predisposizione dei sopra menzionati programmi e procedere nell’avviato percorso per la Valutazione Ambientale Strategica (VAS). La finalità della procedura di VAS nella predisposizione delle attività di programmazione è rappresentata dalla necessità di garantire l’integrazione degli aspetti ambientali nelle scelte che riguardano tutti i piani ed i programmi ad esclusione di quelli destinati a scopi di difesa nazionale, dei piani e dei programmi finanziari e di bilancio e dei piani di protezione civile nei casi di pericolo per l’incolumità pubblica.

    1 La proposte legislative per la politica di coesione nel periodo 2014-2020 sono state diffuse dalla

    Commissione europea il 6 ottobre 2011. La trattazione dei regolamenti sarà definita dal Consiglio e dal Parlamento europeo nel periodo 2012-2013, mentre l’entrata in vigore è prevista nel 2014.

    http://ec.europa.eu/regional_policy/what/future/proposals_2014_2020_en.cfm

  • Valutazione ambientale strategica

    Regione Siciliana

    6

    Scopo della VAS nel ciclo di programmazione 2014-2020, attualmente in fase di predisposizione, consiste anche nel garantire che le esigenze connesse con la tutela dell’ambiente si integrino nella definizione delle politiche e delle azioni comunitarie, nella prospettiva di garantire il principio di sostenibilità ambientale descritto dall’art. 8 del Regolamento generale sui fondi del QSC ed esplicitate nel TFUE (art. 11).

    La VAS “deve essere effettuata durante la preparazione dei programmi ed essere completata prima della loro adozione e presentazione alla Commissione. Per essere eff