Valutazione Ambientale Strategica del PRG di la valutazione ha considerato sia gli aspetti paesistico-ambientali,

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Valutazione Ambientale Strategica del PRG di la valutazione ha considerato sia gli aspetti...

Politecnico di Milano SBA CEDAR Centro di documentazione dellArchitettura e del Territorio

laboratorio citt e territorio s.s.

Allegato A: Sintesi non tecnica delle informazioni

23 Febbraio 2004

Valutazione Ambientale Strategica del PRG di Madesimo

Gruppo di lavoro Marcello Magoni (responsabile scientifico Politecnico di Milano) Michela Gadaldi (laboratorio citt e territorio) con Michela Camer

3

INTRODUZIONE..............................................................................................4

1 I CARATTERI DEL TERRITORIO DI MEDESIMO E LE SCELTE DI PIANO ...7

1.1 I caratteri ambientali e territoriali dellarea .........................................7

1.2 I problemi ambientali rilevanti .............................................................9

1.3 I caratteri e le scelte del PRG..............................................................13

2 LA VALUTAZIONE DELLE SCELTE DI PIANO ...........................................24

2.1 Gli effetti delle azioni di piano ............................................................24

2.2 La valutazione della sostenibilit ambientale del Piano......................30

CONCLUSIONI ..............................................................................................37

4

Introduzione

Il Rapporto ambientale (RA) lesito di una valutazione del PRG di Madesimo di carattere sperimentale, valutazione che quindi riflette non solo lesigenza di rispondere ai punti indicati nellAllegato I della Direttiva 01/42, ma anche linteresse a verificare uno strumento valutativo coerente con le indicazioni contenute nel disegno di legge regionale sul governo del territorio lombardo. Pertanto, la valutazione ha considerato sia gli aspetti paesistico-ambientali, al fine di rispondere ai contenuti dellAllegato I della Direttiva CE 2001/42, che quelli territoriali, che costituiscono loggetto principale dei piani oggetto del disegno di legge lombardo, mentre per gli aspetti socio-economici sono state effettuate delle valutazioni di carattere qualitativo. Il metodo adottato per la valutazione ambientale del PRG di Madesimo si articola rispetto a tre percorsi valutativi tra loro complementari che sono stati sviluppati in parallelo. Il primo percorso, di ordine funzionale, riguarda il carattere processuale che contraddistingue una valutazione strategica e quindi la necessit di effettuare una verifica sistematica del grado di rispondenza delle azioni di Piano, prima, e delle reali trasformazioni territoriali, dopo, agli obiettivi di Piano. Il carattere processuale della valutazione ha richiesto ladozione di un approccio strategico per il PRG di Madesimo, requisito che ha consentito di impostare la valutazione in itinere. Questultimo tipo di valutazione ha richiesto a sua volta la predisposizione dei riferimenti per il monitoraggio degli indicatori pi significativi e per una strutturazione della base conoscitiva territoriale dellEnte comunale. Al riguardo, poich i dati relativi al territorio di Madesimo non sono strutturati secondo schemi concettuali del tipo DPSIR o PSR1, schemi che sono molto utili per supportare lorganizzazione della base conoscitiva di carattere ambientale di un territorio, le informazioni elaborate nel RA sono state comunque riferite a tali schemi in modo che esse potranno essere facilmente implementate nel momento in cui tali modelli verranno adottati. A tale scopo sono stati proposti, per i fattori di valutazione di traguardi, degli indicatori di efficacia della capacit delle azioni di Piano di tutela ambientale di rispondere agli obiettivi relativi. Il secondo percorso, che risponde allesigenza di valutare la compatibilit ambientale del Piano, ha portato alla valutazione degli effetti ambientali delle azioni di Piano e allindividuazione delle mitigazioni. Non stato invece possibile generare alcuna alternativa n strategica n di intervento sia perch i caratteri di questi ultimi sono stati definiti tardivamente rispetto ai tempi di chiusura del RA, sia perch non si potuto interloquire con i decisori e gli estensori del Piano durante la loro definizione e negoziazione. Il terzo percorso, che risponde allesigenza di valutare la sostenibilit ambientale del Piano, ha comportato la verifica degli effetti delle strategie di Piano sugli elementi di criticit e sensibilit presenti nel territorio comunale e la redazione di un bilancio tra i

1 Il modello PSR (Pressione Stato - Risposta) struttura gli indicatori in indicatori di pressione, che rappresentano i carichi e i prelievi di risorse dovuti alle attivit umane, di stato, che rappresentano i caratteri e la qualit delle componenti ambientali e i relativi andamenti nel tempo, e di risposta, che mostrano in che misura la collettivit cerca di contrastare il degrado ambientale mediante leggi, norme, piani, spese ambientali e attraverso i comportamenti individuali e delle imprese. Lo schema DPSIR (Determinanti-Pressione-Stato-Impatto-Risposta) considera, oltre alle componenti del precedente schema, anche gli indicatori delle attivit che generano le pressioni sullambiente, denominate determinanti, e gli indicatori degli impatti che si hanno sul sistema ambientale in conseguenza delle pressioni antropiche.

5

fabbisogni e le disponibilit di terreno edificabile, che lunica risorsa scarsa nel territorio di Medesimo (vedi RA punto 3.2.2). Inizialmente sono stati individuati i possibili scenari evolutivi del territorio comunale allo scopo di valutarne gli effetti sullambiente e di verificare se le strategie di Piano ne hanno tenuto conto e hanno individuato degli interventi mitigativi. Parallelamente sono state strutturate le azioni di Piano rispetto agli obiettivi e alle strategie di riferimento e quindi sono stati definiti i traguardi, che sono lesplicitazione misurabile in termini spaziali e temporali degli obiettivi insiti nelle azioni di Piano. Questa strutturazione delle azioni di Piano allinterno di uno schema Obiettivi traguardi indicatori consente di supportare lapproccio strategico al Piano e quindi di effettuare la valutazione in itinere. Inoltre, sulla base delle azioni di Piano, e avendo come riferimento i relativi obiettivi e strategie, sono stati individuati i potenziali impatti positivi e negativi che il Piano ha sui sistemi paesistico, ambientale, territoriale e socio-economico (vedi RA punto 3.1). Gli indicatori sono stati individuati sulla base dei primi due percorsi valutativi: quello finalizzato alla verifica della rispondenza tra obiettivi e azioni di Piano ha portato allindividuazione di indicatori rappresentativi dei traguardi adottati; quello finalizzato alla verifica della compatibilit ambientale del Piano ha portato allindividuazione di indicatori rappresentativi degli impatti individuati. Entrambi i tipi di indicatori sono stati messi a confronto in modo da ridurne il numero a quelli pi significativi, i quali costituiscono il riferimento per la valutazione ex-ante ed ex-post. Tra questi indicatori stato individuato, in termini di rappresentativit, di importanza dei fenomeni rappresentati e di capacit di raccogliere le relative informazioni nel tempo, un gruppo pi ristretto di indicatori che stato proposto per il monitoraggio e quindi per la valutazione in itinere (vedi RA punto 4.1). Infine, per verificare la rispondenza delle strategie di Piano alle criticit e alle sensibilit ambientali presenti nel territorio di Madesimo stata utilizzata una matrice a doppia entrata in cui sono state rappresentate le relative relazioni positive o negative (vedi RA punto 3.2.1).

In un contesto pianificatorio caratterizzato dalla completa assenza di strumenti valutativi si sono dovuti definire i criteri per individuare gli ambiti territoriali e gli interventi da considerare in questa valutazione. Sono state considerate tutte le azioni previste dal PRG di Madesimo e tutti gli interventi previsti da soggetti e da strumenti pianificatori esterni al Piano che hanno effetti sul territorio di Madesimo; questi ultimi tipi di interventi sono stati considerati attraverso gli scenari, con cui sono state analizzate le azioni di origine esogena. Relativamente allambito territoriale, sono state considerate tutte le aree, sia comprese nel territorio comunale che ad esso esterne, che sono risultate interessate dagli effetti delle azioni del PRG di Madesimo, vedi ad esempio gli effetti sulla mobilit, sulle attivit turistiche e sullo smaltimento delle acque di scarico. Al riguardo, per poter considerare alla scala pi opportuna gli effetti cumulativi e sinergici delle azioni che interessano il territorio di pi Comuni, sarebbe stato molto utile aver potuto disporre delle valutazioni ambientali del Piano socio-economico della Comunit montana, del Piano territoriale di coordinamento provinciale e dei Piani provinciali di settore. Il RA stato predisposto parallelamente alla redazione del PRG di Madesimo, anche se gli obiettivi strategici del Piano erano gi stati delineati prima dellinizio della valutazione ambientale e quindi non si potuta individuare alcuna strategia dintervento alternativa. Inoltre, poich la chiusura del RA avvenuta prima della conclusione della redazione del Piano, per gran parte degli interventi non si potuto tener conto delle soluzioni definitive. Pertanto, questo RA risente di alcune lacune

6

informative sia di tipo descrittivo che, in piccola parte, di tipo valutativo, le quali, pur riducendo il dettaglio di alcune valutazioni, non vanno comunque ad intaccare lattendibilit e lesaustivit dei contenuti di questo studio.

7

1 I caratteri del territorio di Medesimo e le scelte di Piano

1.1 I caratteri ambientali e territoriali dellarea

Il comune di Madesimo ha una superficie di 86,10 kmq ed situato in alta va