V.A.S. Valutazione Strategica Ambientale

  • View
    49

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Università degli studi di Perugia. V.A.S. Valutazione Strategica Ambientale. Corso di Impatto Ambientale Modulo A: Pianificazione Energetica Ing. Giorgio Baldinelli a.a. 2011-12. (Valutazione di Sostenibilità di un Piano). - PowerPoint PPT Presentation

Text of V.A.S. Valutazione Strategica Ambientale

  • V.A.S.Valutazione Strategica Ambientale

    Universit degli studi di Perugia(Valutazione di Sostenibilit di un Piano)Corso di Impatto AmbientaleModulo A: Pianificazione Energetica Ing. Giorgio Baldinellia.a. 2011-12

  • La Strategia Europea per lo Sviluppo Sostenibile definisce limpegno a fare s che tutte le politiche settoriali siano improntate ai principi della sostenibilit per una politica europea nella quale crescita economica, coesione sociale e protezione ambientale devono camminare mano nella mano.

    Il VI programma dazione per lambiente impegna a promuovere lintegrazione ambientale nelle politiche di settore, nei piani e nei programmi attraverso procedure di valutazione ambientale. Introduzione Con la Direttiva 2001/42/CE si richiede che ogni Programma o Piano che abbia effetti significativi sullambiente, e che sia elaborato e/o adottato da unautorit a livello nazionale, regionale o locale per essere approvato mediante una procedura legislativa, dal parlamento o dal governo, sia accompagnato da una procedura: V.A.S.

  • La Valutazione Ambientale Strategica viene definita, nel Manuale per la Valutazione Ambientale dei Piani di Sviluppo Regionale e dei Programmi dei Fondi strutturali dell'U.E, come:"Il processo sistematico inteso a valutare le conseguenze sul piano ambientale delle azioni proposte-politiche, piani o iniziative nell'ambito di programmi ai fini di garantire che tali conseguenze siano incluse a tutti gli effetti e affrontate in modo adeguato fin dalle prime fasi del processo decisionale, sullo stesso piano delle considerazioni di ordine economico e sociale". COSA E LA VAS La finalit della VAS la verifica della rispondenza dei Piani di Sviluppo e dei Programmi Operativi con gli obiettivi dello sviluppo sostenibile tenendo conto degli effettivi vincoli ambientali e della diretta incidenza dei piani sulla qualit dell'ambiente.

  • Direttiva 42/CE/2001: - prevede che nella valutazione ambientale strategica: siano individuati, descritti e valutati gli effetti significativi che l'attuazione del piano o del programma potrebbe avere sull'ambiente nonch le ragionevoli alternative alla luce degli obiettivi e dell'ambito territoriale del piano o del programma.

    - introduce la VAS come procedura cogente per tutti gli stati membri a partire dal 2004 (recepimento previsto entro tre anni). Normative VAS: Linee Guida per la Valutazione ambientale strategica (VAS), Fondi strutturali 2000-2006 (supplemento al mensile del Ministero dellAmbiente: ambiente informa n.9 - 1999)

    VAS: estensione dei principi della VIA di progetto alle politiche e ai livelli dipianificazione, fortemente correlata al raggiungimento della sostenibilit e allaconsiderazione degli effetti cumulativi.In Italia

  • La VAS riguarda piani e programmi, sia a livello nazionale che regionale e locale, del settore:agricolo, forestale, della pesca, energetico, industriale, dei trasporti, della gestione dei rifiuti e delle acque,delle telecomunicazioni, turistico, della pianificazione territoriale o della destinazione dei suoli e pi in generale programmi che definiscono il quadro di riferimento per l 'autorizzazione dei progetti sottoposti a VIA. (art 3, comm.2, 42/CE/2001).

    Ambito e Applicazioni

  • Allinterno del processo decisionale, che si struttura su sequenze e livelli molteplici,

    la VAS deve essere collocata in modo da accompagnare liter pianificatorio e programmatico e quindi:essere effettuata durante la fase preparatoria del piano o del programma ed anteriormente alla sua adozione o all'avvio della relativa procedura legislativa" (art.4).

    Quando si attua

  • Analisi del Piano: valutazione della coerenza e della pertinenza dei piani e programmi rispetto agli obiettivi di sostenibilit ambientale,

    Valutazione degli effetti sullambiente: (diretti, secondari, sinergici, a breve e a lungo termine), sia qualitativi che quantitativi.

    Esplicita valutazione tra alternative. Metodologia

  • in quale misura il Piano stabilisce un quadro di riferimento per progetti ed altre attivit (ubicazione, natura, dimensioni, condizioni operative, ripartizione delle risorse);in quale misura influenza altri piani o programmi, inclusi quelli gerarchicamente ordinati;pertinenza del piano per lintegrazione delle considerazioni ambientali, per promuovere lo sviluppo sostenibile; problemi ambientali pertinenti al piano o al programma;la rilevanza del piano o del programma per l'attuazione della normativa comunitaria nel settore dell'ambiente

    1 Analisi del piano

  • Probabilit, durata, frequenza e reversibilit degli effetti;Carattere cumulativo degli effetti;Natura transfrontaliera degli effetti;Rischi per la salute umana o per l'ambiente (incidenti);Entit ed estensione nello spazio degli effetti (area geografica e popolazione potenzialmente interessate);Valore e vulnerabilit dell'area interessata a causa di speciali caratteristiche naturali o culturali, superamento livelli di qualit ambientale o valori limite, utilizzo intensivo del suolo;Effetti su aree o paesaggi riconosciuti come protetti a livello nazionale, o internazionale.

    2 Analisi degli effetti ambientali

  • Fasi del processoDa sottoporre a VASArt 3.2ElaborazioneRapporto AmbientaleArt. 5ConsultazioniAutorit e PubblicoIPOTESIPIANO O PROGRAMMAPreparazione (Art.8)Adozione Piano o ProgrammaInformazioneAutorit e Pubblico (Art.9)

    Monitoraggio (Art.10)

    Ex anteIn ItinereFASE

  • Descrizione dello stato attuale dellambiente e della sua evoluzione senza attuazione del piano;Descrizione degli obiettivi di tutela ambientale e del modo in cui il piano ne tiene conto;Analisi dei possibili effetti ambientali significativi,misure previste per impedire, ridurre e compensare gli eventuali effetti negativi;Sintesi delle ragioni della scelta delle alternative individuate;Descrizione di come stata effettuata la valutazione. (art.5, Direttiva 21/CE/2001) Contenuto del rapporto ambientale 1

  • Descrizione dello stato attuale dellambiente e della sua evoluzione senza attuazione del piano; Contenuto del rapporto ambientale 2Le linee guida per la VAS forniscono lelenco delle tematiche ambientali oggetto di analisi tra le quali:Cambiamenti climatici;Ozono startosferico;Acidificazione;Natura e Biodiversit;Acque;Degrado del suolo;Ambiente urbanoRischi tecnologici.Rappresentate da un set di indicatori appositamente scelti in base al modello DIPSIR

  • MODELLO DPSIR

  • Fasi del processoDa sottoporre a VASArt 3.2ElaborazioneRapporto AmbientaleArt. 5ConsultazioniAutorit e PubblicoIPOTESIPIANO O PROGRAMMAPreparazione (Art.8)Adozione Piano o ProgrammaInformazioneAutorit e Pubblico (Art.9)

    Monitoraggio (Art.10)

  • La direttiva prevede che la VAS sia accompagnata da un processo di consultazione di tutte le parti interessate definite in maniera estensiva prima dell'adozione o dell'avvio della procedura legislativa riguardante il piano o il programma in questione.

    Il rapporto ambientale deve essere sottoposto a consultazione delle Autorit e del pubblico per individuarne le alternative progettuali.

    Tra le Autorit si distinguono le:AA- Autorit Ambientali (consulente tecnico)(ARPA- Enti Universitari).Autorit governative (Assessorati, Ministeri)Organismi regionali e Aziende.

    Consultazioni (Una procedura partecipata)

  • La Direttiva 42/2001 prevede, inoltre, che (art.7):Qualora uno stato membro ritenga che lattuazione di un piano o programma in fase di preparazione sul suo territorio possa avere effetti significativi sullambiente di un altro stato membro, o qualora lo richieda uno Stato membro che potrebbe essere interessato in maniera significativa, lo Stato membro sul cui territorio in fase di elaborazione il Piano o Programma trasmette prima della sua adozione o della relativa procedura legislativa, una copia del Piano o Programma e del relativo rapporto ambientale allaltro stato membro Dimensione trasfrontaliera*Lo Stato membro che riceve il programma tenuto a comunicare se desidera avviare delle consultazioni e qualora venissero avviate prendono visione dei possibili effetti ambientali e delle possibilit di ridurne o elimenare tali effetti*Commissione Economica per lEuropa Riunione straordinaria di Kiev (maggio 2003)

  • Fasi del processoDa sottoporre a VASArt 3.2ElaborazioneRapporto AmbientaleArt. 5ConsultazioniAutorit e PubblicoIPOTESIPIANO O PROGRAMMAPreparazione (Art.8)Adozione Piano o ProgrammaInformazioneAutorit e Pubblico (Art.9)

    Monitoraggio (