GNU Linux introduction

  • View
    1.425

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

This Slide has been used to introduce students to GNU/Linux Operative System. Relator: Vincenzo Paolo Fraddosio

Text of GNU Linux introduction

  • 1. Sistema OperativoIl compito principale del sistema operativo quello di permettere all'utente,umano o non, di interagire direttamente con la macchina.

2. Che cos' GNU/Linux ? 3. GNU/Linux un sistema operativo libero di tipo unix-like costituito dall'integrazione del kernel Linux con elementi del sistema GNU e di altro software sviluppato e distribuito con licenza GNU GPL o con altre licenze libere. 4. Linux in realt il nome del kernel sviluppato da Linus Torvalds a partire dal 1991 che, integrato con i componenti gi realizzati dal progetto GNU (compilatore gcc, libreria Glibc e altre utility) e da software di altri progetti, stato utilizzato come base per la realizzazione dei sistemi operativi e delle distribuzioni che vengono normalmente identificate con lo stesso nome. 5. - kernel (monolitico) - multitasking - multiutente - free software (quindi a sorgente aperto) - gratuito - codice macchina per il proprio processore - pi sicuro perch continuamente aggiornato da developers di tutto il mondo (linux community) - disponibilit per ogni piattaforma - estrema versatilit 6. Alcune differenze tra Windows e Linux Porte serialiWindows LinuxCOM1/dev/ttyS0COM2/dev/ttyS1COM3/dev/ttyS2COM4/dev/ttyS3 Porte paralleleWindows LinuxLPT1: /dev/lp0LPT2: /dev/lp1 CD-ROMWindows LinuxD:/dev/hdcE:/dev/hdd 7. Alcune differenze tra Windows e Linux Windows Case Insensitive (nessuna differenza)Linux Case Sensitive (differenza tra caratteri maiuscoli e minuscoli) 8. Alcune differenze tra Windows e LinuxWindows usa le estensioni per sapere di che tipo di file si tratta: tutti i documentiWord finiscono con .doc, i fogli di calcolo Excel con .xls e cos via. Linux riconosce i tipi di file usando il 'magic number', vale a dire una sequenza di byte presente all'inizio del file. Cos, ad esempio, se all'inizio del file trova la sequenza '0xffd8', Linux sa che il file in questione un'immagine in formato jpeg, aprescindere dall'estensione che pu avere.Le uniche estensioni usate da Linux sono: un punto che precede il file e che segnalaal sistema che si tratta di un file (o directory) nascosto, e la tilde come estensione finale che indica trattarsi di una copia. 9. Secondo Richard Stallman, fondatore del progetto GNU, e secondo la FreeSoftware Foundation, la dicitura Linux (senza prefisso "GNU/") per l'intero sistema operativo sarebbe erronea in quanto il nome Linux attribuibile al solokernel e il sistema, strutturato a partire dai componenti dell'originale progettoGNU, dovrebbe pi propriamente chiamarsi GNU/Linux. 10. L'espressione "software libero" (free software) si riferisce alla libert dell'utente dieseguire, copiare, distribuire, studiare, cambiare e migliorare il software 11. quattro tipi di libert per gli utenti:0 Libert di eseguire il programma, per qualsiasi scopo.1 Libert di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessit. 2 Libert di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo.3 Libert di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente imiglioramenti, in modo tale che tutta la comunit ne tragga beneficio. 12. Opensource Software Libero Software Libero GPL General Public License (LGPL per le librerie, FDL perla documentazione) 13. Il gestore grafico standard per i sistemi operativi di tipo Unix 14. X fornisce l'ambiente e i componenti di base per le interfacce grafiche,ovvero il disegno e lo spostamento delle finestre sullo schermo el'interazione con il mouse e la tastiera 15. X usa un modello client/server: in altre parole, il server X comunica con gli altri programmi (client). Il server accetta richieste per output grafici(finestre) e input dall'utente (dalla tastiera, il mouse o dal touchscreen). 16. Desktop Environment (ambienti desktop) 17. Il desktop environment l'interfaccia grafica (GUI) che permette di usare un computer tramite l'interazione con oggetti grafici, come le icone e le finestre dei programmi, inquella che appunto chiamata scrivania. 18. Gli ambienti desktop di sistemi operativi popolari come Microsoft Windows e Mac OS X non consentono di cambiare facilmente il proprio ambiente grafico, che per il pubblico tende a rappresentare il sistema operativo stesso. 19. Nei sistemi basati su X Window System, il DE consiste di un window manager, di alcune skin personalizzabili, di programmi e librerie che gestiscono il desktop. Tutti questi moduli tendono ad essere intercambiabili, modificabili e configurabili individualmente, al fine di ottenere una combinazione unica 20. Un window manager un software che gestisce l'aspetto e la posizione di una finestra nel X Window System 21. Compiz-fusion un compositing window manager con effetti 3D 22. Compiz pu prendere il posto di altri window manager come Metacity in GNOME, KWin inKDE e Xfwm4 in Xfce. In tal modo vengono implementati all'interno dei vari ambientidesktop una serie di effetti come un uso generalizzato delle trasparenze, un sistema permostrare tutte le applicazioni aperte allo stesso tempo simile all'Expos di OSX o un selettore di applicazione (ALT-TAB) con rappresentazioni live delle finestre. I due effetti che hanno riscontrato pi notoriet sono stati comunque la mappatura dei vari desktop sulle facce di un cubo in 3D e le finestre che si piegano come se fossero di gommaquando vengono spostate. 23. Ubuntu Installation 24. La Shell 25. In un sistema operativo, una shell o terminale un programma che permetteagli utenti di comunicare con il sistema e di avviare altri programmi. 26. Bash (acronimo per bourne again shell) una shell testuale del progetto GNU usata nei sistemi operativi Unix e Unix-like 27. Bash in grado di eseguire i comandi che le vengono passati, utilizzando la redirezione dell'input e dell'output per eseguire pi programmi in cascata in unapipeline software, passando l'output del comando precedente come input delcomando successivo. 28. L'opzione -- help (talune volte -h) di un comando visualizza la sintassi e l'elenco delle opzioni 29. Comando:manLa maggior parte dei sistemi operativi UNIX e Unix-like dispone di un'ampia documentazione in linea nota come man pages (abbreviazione di "manual pages" ovvero pagine di manuale) o pagine man che sono consultabili tramite il comando man.Ogni pagina man un documento esplicativo di un comando, di una funzione o di un formato di file, o altro ancora, che descrive in maniera sintetica l'argomento e pu contenere riferimenti ad altre pagine. 30. Comando:aproposVerifica la disponibilit delle pagine di manuale, sia nei nomi sia nelle descrizioni 31. Comando:who - mostra gli utenti loggati nel sistemauname - mostra la versione del sistema operativocat - stampa in output il contenuto di un filels - visualizza il listato dei files e delle cartellecd - permette di spostarsi all'interno/esterno delle cartellepwd - visualizza il pathmkdir - permette di creare una cartellamv - permette di spostare files e cartellerm - cancella un file o una cartellaps - visualizza i processi in esecuzionekill - termina un processo 32. Comandi Utenti, Gruppi, Permessi:chown modifica il proprietario/gruppo di un filepasswd modifica la password di un utenteadduser aggiunge un utente al sistemadeluser rimuove un account dal sistemaaddgroup aggiunge un gruppo al sistemadelgroup rimuove un gruppo dal sistemachmod modifica i permessi di un file 33. Comandi filesystem:df visualizza la quantit di spazio utilizzato e disponibile sul filesystemdu visualizza la quantit di spazio su disco utilizzato da singoli file e cartellefsck verifica e ripara il filesystemmkfs crea il filesystem su un dispositivomount monta un filesystem 34. Il Filesystem 35. FHS = Filesystem Hierarchy Standard(Definisce i nomi delle cartelle e il loro contenuto) Ambienti Desktop come Gnome o KDE forniscono shortcuts a cartelle e file particolari 36. La filosofia alla base dei sistemi operativi unix-like comporta: Everything is a file (Ogni cosa un file)La componentistica hardware (periferiche) sono rappresentatecome file (device)Sono presenti 7 tipologie di file base:0) File normali (-) 1) Directory (d) 2) Device a blocchi (b) 3) Device a caratteri (c) 4) Pipe (p) 5) Socket (s) 6) Link (l) 37. Un file di tipo device pu essere di tipo:b a blocchi c a caratteriIl device a blocchi utilizza la buffer cache (memorie) Il device a caratteri non utilizza la buffer cache (periferiche)La Buffer Cache un'area della memoria primaria che contiene una copia dei blocchi del disco usati pi recentemente.Durante la fase di inizializzazione (init) il kernel alloca una porzione della RAM destinata al buffer cache.La fase INIT a posteriori della fase di bootstrap nella quale il kernel avvia programmi e servizi necessari a portare il sistema in uno stato operativo. 38. Quando si devono leggere dati dal disco, il kernel ricercher tali dati inizialmente nella Buffer Cache (B.C.)Qualora tali dati non siano presenti nella buffer cache, il kernel provveder alla lettura degli stessi dal disco e alla loro copia nella buffer cache per eventuali futuri accessi.Il kernel minimizza le scritture su disco cercando di prevedere se i dati da scrivere sono definitivi o saranno presto sostituiti da altri. 39. Non esistono le unit logiche (presenti negli OS Microsoft tipo C:)il tutto rappresentato in un unico albero delle cartelle. 40. Le cartelle sono graficamente separate dal simbolo / (Slash diretto)secondo lo standard. Non un caso che anche in rete la navigazione tra cartelle permessa tramite la slash diretto, usare il backslash al contrario una prerogativa dei soli sistemi MS. 41. Caratteri speciali / Separatore delle cartelle . Se a inizio nome, indica un file/cartella nascosto ~ Indica la cartella home dell'utente . la cartella corrente ..la cartella genitrice 42. Linux a differenza di windows totalmente filesystem-related infattiaccedendo a due terminali (anche d