CON LA SAMARITANA DAVANTI AL SIGNORE GESÙ .Gli dice la donna: "Signore, non hai un secchio e il

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of CON LA SAMARITANA DAVANTI AL SIGNORE GESÙ .Gli dice la donna: "Signore, non hai un secchio e il

CON LA SAMARITANA DAVANTI AL SIGNORE GES ...

Aprirsi insieme alla preghiera

La vita lavventura, larte degli incontri.

Ci che siamo lo dobbiamo ai tanti incontri che abbiamo vissuto, alcuni dei quali

hanno segnato in profondit la nostra esistenza.

Cos capitato alla samaritana. In quellincontro, sconvolgente e coinvolgente con Ges di Nazareth, che

lho portata a vivere una stupenda avventura esistenziale e spirituale, una nuova nascita.

E, nellincontro, lo sguardo di Ges non aggressivo, pieno di pregiudizi, moralistico, di condanna. per

questo che arriva dritto al cuore della samaritana. Ges non le porge uno specchio accusatore ma le mette

davanti un cammino, una speranza.

A Ges non importa che cosa stata, a lui importa ci che sar.

Ges ha il mirabile dono di contemplare ogni persona nella sua verit pi profonda, di far ritornare a galla

quella realt nascosta che va oltre il peccato, di liberare tutta la bellezza che Dio ha posto in noi, di liberare

tutta la luce che sepolta in noi, di riaprire la strada alla speranza, alla possibilit di ricominciare.

Ges porta la samaritana a riflettere sul suo cuore, luogo dei desideri e delle decisioni, dei turbamenti e delle

gioie, non la inchioda al suo passato, non la condanna, la ama e la conquista. E in questo incontro cuore a

cuore, nonostante liniziale resistenza, lei si sente finalmente accolta per quello che , si ritrova a essere

trasparente, senza difese. (C. M. Martini)

Dal Vangelo secondo Giovanni cap.4

Ges giunse cos a una citt della Samaria chiamata Sicar, vicina al terreno che Giacobbe aveva dato a

Giuseppe suo figlio: qui c'era un pozzo di Giacobbe. Ges dunque, affaticato per il viaggio, sedeva presso il

pozzo. Era circa mezzogiorno.

Giunge una donna samaritana ad attingere acqua.

Le dice Ges: "Dammi da bere"

Ges le risponde: "Se tu conoscessi il dono di Dio e chi colui che ti dice: "Dammi da bere!", tu avresti

chiesto a lui ed egli ti avrebbe dato acqua viva".

Gli dice la donna: "Signore, non hai un secchio e il pozzo profondo; da dove prendi dunque quest'acqua

viva? Sei tu forse pi grande del nostro padre Giacobbe, che ci diede il pozzo e ne bevve lui con i suoi figli e

il suo bestiame?". Ges le risponde: "Chiunque beve di quest'acqua avr di nuovo sete; ma chi berr

dell'acqua che io gli dar, non avr pi sete in eterno. Anzi, l'acqua che io gli dar diventer in lui una

sorgente d'acqua che zampilla per la vita eterna".

"Signore - gli dice la donna - dammi quest'acqua, perch io non abbia pi sete e non continui a venire qui

ad attingere acqua".

PREGHIERA

Sei l, sei qui Signore, dove si incontra la storia di ognuno di noi.

Sei accanto al pozzo dei nostri sentimenti,

l dove amiamo, speriamo, desideriamo, soffriamo

Sei qui, Signore, accanto al pozzo dei nostri progetti,

l dove lo studio, le scelte, la fede, la vocazione e la missione

si trasformano in strade da intraprendere

guidaci, con pazienza, verso la scelta del bene,

attiraci verso la bellezza che non sfiorisce,

facci gustare il sapore della verit che disseta.

Sei qui, Signore, accanto al pozzo della nostra relazione con Te,

dove la nostra fede viene provata,

il nostro desiderio di pienezza si incrocia con il Tuo Dono

il nostro cuore si apre a Te, infondici nuove spinte per una speranza

che non delude. Sei qui, Signore, accanto al pozzo della nostra vita

permetti che il nostro cammino si incroci col Tuo perch ci ami

LEucarestia, Mistero di comunione e perfettamente unificante che unisce tutti a Te o Ges e a Dio Tuo Padre sia la fonte a cui attingiamo ogni giorno. Rendici capaci di stare davanti a Te aperti a ricevere il Tuo Dono.

Signore Ges che sei Via, Verit e Vita, fa che non rimanga nulla in me che impedisca il fluire della Tua Vita in me. Sostenuto dalla Tua Grazia, fa che io sia davanti a Te aperto al Tuo Amore

Padre Mdaille fondatore del Piccolo Disegno e delle comunit delle suore di S. Giuseppe.

Ges disse alla donna: "Va' a chiamare tuo marito e ritorna qui".

Gli risponde la donna: "Io non ho marito".

Le dice Ges: "Hai detto bene: "Io non ho marito". Infatti hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non

tuo marito; in questo hai detto il vero". Gli replica la donna: "Signore, vedo che tu sei un profeta!

PREGHIERA

Tra le sabbie del mio deserto,

sotto il sole infuocato del mio tempo,

cerco un pozzo che abbia acqua pulita,

capace di togliere la sete dinfinito che dentro di me.

So che esiste da qualche parte

perch sono inquietato dal mistero

e devo trovarlo prima che scenda la notte.

Attingo acqua dal pozzo del denaro ed ho sempre pi sete;

al pozzo del piacere e sento prosciugarmi la gola.

Attingo acqua al pozzo del successo e mi sento annebbiare la vista,

al pozzo della pubblicit e mi ritrovo come uno schiavo.

Sono forse condannato a morire di sete,

inappagato cercatore di certezze assolute?

Ma se scavo dentro di me, sotto la sabbia alta del mio peccato;

se scavo nei segni del tempo,

sotto la sabbia ammucchiata dal vento arruffato del quotidiano,

trovo la sorgente di unacqua viva e pura, che disseta in eterno,

tanto che chi ne beve non ha pi sete

perch generata e filtrata dal tuo amore, o Signore, generoso e gratuito,

era gi promessa nei tempi antichi

ed ora sgorgata in abbondanza nel segno della tua Parola.

Mi disseto a questa sorgente, custodita dalla mia Chiesa,

che per questo si fa ogni giorno fontana del villaggio

per salvare tutti gli assetati del mondo. Amen. (A. Dini)

Con lo sguardo al cammino della mia vita e della mia fede

Cerco di custodire nel cuore la Parola di Dio e le Luci che ho intuito questa sera

Che cosa rispondo al Signore?

Quale passo il Dio dellAmore attende da me?

Prossimo appuntamento: CAPODANNO AL SOLE!

MARTED 31 DICEMBRE dalle ore 20.45 in poi Si tratta del Capodanno alternativo di solidariet . compresa la S. Messa con don Marco Giordy.