Click here to load reader

20 settembre 2014

  • View
    220

  • Download
    3

Embed Size (px)

DESCRIPTION

BIOMASSE NEL MATESE, TREMANO I SOCI DEL GOVERNATORE

Text of 20 settembre 2014

  • L'Oscar del

    giorno lo asse-

    gniamo a Laura

    Venittelli. La par-

    lamentare moli-

    sana ha avuto la

    forza di denun-

    ciare pubblica-

    mente la

    segretaria del Pd,

    Micaela Fanelli,

    per la presa di

    posizione cau-

    sata dalla richie-

    sta di portare in

    approvazione lo

    statuto regionale quasi a scatola chiusa oggi

    nellassemblea molisana del Pd. Del resto, la

    segreteria regionale si sta dimostrando chiusa

    rispetto alla minoranza del partito che, pure,

    vede i maggiori esponenti a livello istituzionale.

    N, tantomeno, riuscita ad assicurare una po-

    litica programmatica sul territorio a partire dalla

    Regione.

    GIORNALE SATIRICO

    30.000 copie in omaggio

    Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso atto n. 03 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino

    Rotostampa Molise sede legale: Sessano del Molise (Zona Industriale)

    Tel.: 0874.1919119

    Fax: 0874.49441

    E-mail Redazione Campobasso: [email protected]

    E-mail: Amministrazione - Pubblicit: [email protected]

    Stampa:Rotostampa Molise - Sessano del Molise (Z.I.)

    Il luned non siamo in distribuzione

    La collaborazione gratuita

    Responsabile di Redazione: Giovanna Ruggiero

    ANNO X - N 190 - SABATO 20 SETTEMBRE 2014 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

    www.lagazzettadelmolise.it | [email protected]

    RESTA AGGIORNATO, SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

    TUTTO QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO

    LOscar del giorno

    a Laura Venittelli

    Il Tapiro del giorno alla Fondazione Molise

    In-cultura. Questo che segue il testo del-

    linvito della Fondazione Molise Cultura ai re-

    sponsabili Cultura e Spettacolo: Luned 22

    settembre c.a. alle ore 12,00, presso il Teatro

    Savoia di Campobasso sar presentata la

    stagione teatrale (Stagione no? ndr)

    2014/2015 organizzata dalla Fondazione

    Molise Cultura. Allincontro con la stampa

    sar presente il presidente Antonella Presutti

    e il direttore Sandro Arco. Post scriptum

    Non sapevamo che Presutti e Arco fossero

    una sola persona!

    Il Tapiro del giorno

    a Molise in cultura

    Pubblichiamo la denuncia inviata al pro-

    curatore generale della Procura di Campo-

    basso: in atto una guerra subdola per

    sottrarre pubblicit privata alla testata da

    parte di chi ha le chiavi della cassaforte

    Il censimento iniziato da parecchio.

    Non c voluto molto per scovare tutta lin-

    formazione che non si adegua agli ordini

    di scuderia come preteso da ciambellani,

    giocolieri e pagliacci al servizio del So-

    vrano. Noi della Gazzetta stiamo avver-

    tendo segnali sempre pi pressanti.

    Eppure da quando abbiamo iniziato a dare

    notizie e a fare analisi politica sulla situa-

    zione attuale, non siamo stati oggetto di

    alcun esposto o denuncia fatte salve le ini-

    ziative di Patriciello e Facciolla di cui, al

    momento, non si ha notizia e che non ri-

    guardano le inchieste giornalistiche sulle

    vicende regionali.

    Eppure non siamo stati dolci. Anzi, pun-

    zecchianti come zanzare. E in atto una

    guerra subdola per sottrarci pubblicit da

    parte di chi ha le chiavi della cassaforte ai

    quali gli amici volenterosi devono piegare,

    pena la messa in quarantena. Il pizzino :

    La Gazzetta del Molise si interessa di

    cosa nostra e deve morire. Ecco, il no-

    stro compianto direttore editoriale Tom-

    maso Di Domenico avrebbe certamente

    scritto queste parole. Non perch lo imma-

    giniamo noi, semplicemente perch lo ha

    gi fatto il 7 gennaio 2014.

    Con il suo stile inconfutabile, gi a inizio

    anno il direttore di testata aveva annun-

    ciato cosa stava accadendo scrivendo di

    una ipotesi di reato a cui nessun magi-

    strato che opera alla Procura di Campo-

    basso sembra essersi interessato. La

    speranza che oggi il nuovo procuratore

    generale, gi reduce dellesperienza di

    mani pulite, abbia voglia di osservare e

    leggere delle beghe di paese di questa pic-

    cola regione. Almeno lui, e ammesso che

    anche in Procura, come in Regione, non

    fingano l'inesistenza della Gazzetta del

    Molise non inserendola sulla rassegna

    stampa istituzionale.

    Anche perch altrimenti cadrebbero nel

    nulla le parole del procuratore capo Ar-

    mando DAlterio il quale, in qualit di rela-

    tore durante un corso di formazione

    professionale per giornalisti, ha pratica-

    mente spiegato che le ipotesi di reato che

    vengono fuori dagli articoli di giornale de-

    vono essere oggetto di attenzione dei ma-

    gistrati. Perch il lavoro dei giornalisti, se

    non ostacola quello giudiziario, a volte

    viaggia di pari passo.

    CONTINUA A PAG.3

    Eliminate la Gazzetta, intervenga la magistratura

  • E il caso che il novello esterna-tore del Pd da Montenero di Bisac-cia, Nicola Palumbo, membrodellassemblea nazionale del Par-tito Laboratorio politico per la Si-nistra -, si metta prima daccordoallinterno del suo schieramento econ i quadri dirigenziali, per poidarsi, come e peggio di Petraroia,alle esternazioni, peraltro sempre ecomunque con una forte dose discontatezza dialettica tale da ren-dersi spesso ripetitiva di cose gidette da altri. Sicch, come ci ca-pitato di notare e di sottolineare,sembra che il Nostro sia ormai al-laffannosa ricerca di visibilit suimedia, costi quel che costi. Costiovvero la scontatezza delle valuta-zioni e, quindi, un inevitabile ab-bassamento dattenzione a cidice. Anche perch da sinistraormai la musica sempre lastessa: la Regione Molise sta fa-cendo il possibile per riparare glierrori di chi ha governato in prece-denza e le scelte di Frattura e com-pagni, quantunque dolorose, vannofatte in ossequio al nuovo modellocomportamentale che si vuole siaferoce, punitivo, aggressivo, pena-lizzante di ogni richiesta che nonsia gradita allestablishment. Pa-lumbo perfettamente in linea conquesto indirizzo mediatico e, conleggere sfumature linguistiche,tenta, come diciamo, di farsi spazionel panorama della cronaca moli-sana rimasticando notizie, con ilchiaro obiettivo di rendersi popo-lare in vista degli appuntamentielettorali prossimi venturi. Da que-ste colonne lo abbiamo segnalatoepigono di Petraroia in veste diesternatore e commentatore e, se

    gli capita, di polemista. Arti che disolito portano ad essere virtual-mente protagonisti (nel nostro casodi nulla), con unalta percentuale diresa mediatica. Noi, commentan-dolo, infatti, gli stiamo dando unamano. E siccome ci saranno altri, ealtri ancora, comunicati e dichiara-zioni da Montenero di Bisaccia,gradiremmo contenessero qual-cosa di nuovo, ci fosse materia cri-tica da sviluppare, comparare,valutare. Lultima uscita di Pa-lumbo, ad esempio, ricalca pedis-

    sequamente la linea dindirizzodella sinistra molisana al governo:dura lotta, e contrasto violento, aitentativi di trovare soluzioni aldramma del lavoro attraverso i ca-nali regionali, la pubblica ammini-strazione, il bilanciamentodellintesa e della interazione pub-blico-privato. Ce ne hanno parlatoa iosa Frattura, Petraroia (Facciollae Scarabeo non parlano e Nagnisaggiamente si dedica alle operepubbliche), ed ora Palumbo. Per ilquale _ come se fosse una novit,

    una presa di posizione straordina-riamente etica e innovativa sbagliato pensare di risolvere levertenze di aziende private comegli Enti della Formazione professio-nale, le aziende terziarie (Sic! ndr) e le societ partecipate con laproposta di far assumere tutti i la-voratori alla Regione, alla FinMo-lise o a strutture pubbliche. Dalleparole ai fatti: Pu reggere in ter-mini di buon senso che 26 milionidi euro di fondi pubblici servanoper risolvere la vertenza degli ope-

    ratori della Formazione Professio-nale? (Non sia mai detto! Peraltroci ha pensato Petraroia ad affos-sarli! ndr).Pu passare il messaggio che

    spetta alla Regione assumere i li-cenziati di diverse imprese privateandate in crisi o di precari dellaProvincia che non hanno prospet-tiva? (Peccato che quei precari ab-biano tenuto in vita e fattofunzionare la Biblioteca Albino! ndr)Se si pensa che la soluzione

    delle vertenze quella di metteretutti a carico della Regione Moliseperch discriminare i 3 mila operaidelledilizia? (Questo un cavolo amerenda! ndr)Solo perch non fanno sentire la

    loro protesta?(La facciano sentirealle Associazioni degli industriali! ndr) opportuno che si faccia chia-

    rezza sulle rivendicazioni avanzateperch un conto discutere su per-corsi e soluzioni possibili, altracosa illudere i lavoratori che unaRegione in crisi (Questa nuova!Sapevamo che la Regione con laR maiuscola compatta e coesa!ndr) e in forte difficolt finanziariapossa assumere tutti i lavoratori li-cenziati del Molise. Dica a questopunto il lettore che cosa di nuovo edi interessante ha trovato nellesopra riportare dichiarazioni di Pa-lumbo che go non si sapesse. Senon ci che quotidianamente citocca di vedere e di registrare: ilMolise andare in rovina, i disoccu-pati aumentare, e i sinistri goder-sela alla Regione a decine di migliadi euro al mese.

    Dardo

    2

    20 settembre 2014TA

    agliolto

    CAMPOBASSO. Sono soprattuttogli studenti universitari che frequen-tano le facolt di Isernia a subire lamancanza di un servizio mensa perdavvero funzionante. Questo perch?Perch l'Esu, l'Ente per il diritto allostudio universitario, ancora senzadirettore da oltre un anno. Ci impedi-rebbe l'indizione della gara d'appaltosoprattutto per le mense. Ma quandosi trattato di nominare il commissa-rio tutto stato fatto con estrema ve-locit. Era un