Click here to load reader

2014 settembre dicembre

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Dello Scompiglio, programma settembre - dicembre 2014

Text of 2014 settembre dicembre

  • Dello Scompiglio 2014

    settembre-dicembre

    Terr

    a e

    Fore

    sta, Cultura

    , C

    uci

    na

    Programma

  • ottobresabato

    11ore 11.00-19.30

    X Giornata del Contemporaneo

    MOSTRA

    inaugurazione

    N OT E S P A R S Edi Lelli e Masottifino al 28 febbraio 2015

    MOSTRA

    finissage

    Chiharu ShiotaA Long Daya cura di franziska nori

    INSTALLAZIONI

    visitabili fino alle ore 17.00

    Camera #3 di Cecilia Bertoni e Claire guerrier con Carl g. Beukman, In sosta di f.Marquespenteado, There is not a priori answer to this dilemma (The Dolphin Hotel) di francesca Banchelli, W18S di antonio rovaldi e ettore favini, la mostra collettiva Il Cimitero della Memoria, Tracce dell'Attesa di Cecilia Bertoni, Arie per lo Scompiglio di alfredo Pirri,Colours Passing Through Perceptions of Shadow and Light di Maurizio nannucci

    sabato

    11CONCERTO

    SPE - ore 19.30stefano Battaglia, Lelli e Masotti,gianluca Lo Presti - MammafotogrammaNote Sparse

    domenica

    12TEATRO RAGAZZI

    SPE - ore 15.30 elsinor Teatro stabile di innovazioneLa luna nel nido

    domenica

    19TEATRO RAGAZZI

    SPE - ore 15.30alberto De BastianiFortunatoe i tre capelli doro dellorco

    settembreINSTALLAZIONE

    in un metato immerso nella natura della Tenuta

    Camera #3di Cecilia Bertoni e Claire guerriercon Carl g. Beukmanvisitabile tutti i giorni su prenotazione fino all'arrivo del freddo

    MOSTRA

    SPE

    Caterina Pecchioli Sedeo Ergo Sum fino al 28 settembre 2014

    MOSTRA

    SPE

    Chiharu ShiotaA Long Day a cura di franziska norifino al 12 ottobre 2014

    sab-dom

    20-21PERFORMANCE

    Spazi esterni della Tenuta e SPE ore 16.00-20.30aurelius Productions / grist to the Millassociazione Culturale Dello scompiglioSisters of Hera - Dentro/Fuori

    venerd

    26CONCERTO

    Teatro del Giglio - Luccaore 21.00Orchestra della Toscana

  • dicembresabato

    6PERFORMANCE

    SPE ore 21.00

    Costanza givoneO tempo ri

    sabato

    13CONCERTO

    SPE ore 21.00

    ars Ludi Musikautomatik

    OPERE PERMANENTi

    La visita alle opere permanenti, negli spazi esterni Dello scompiglio, possibile solo su prenotazione e soggetta alle condizioni climatiche.

    in sosta di f.Marquespenteado (2014)

    There is not a priori answer to this dilemma (The Dolphin Hotel) di francesca Banchelli (2012)

    Vuoto a rendere di Valentina Lapolla (2012)

    W18S di antonio rovaldi ed ettore favini (2012)

    il Cimitero della Memoriaa cura di angel Moya garcia con Cecilia Bertoni (2010)Davide orlandi Dormino, silvia giambrone, Pablo rubio, Chiara scarf, gian Maria Tosatti, Barbara uccelli, enrico Vezzi e Claudia zicari

    Tracce dell'Attesa di Cecilia Bertoni (2010)

    Arie per lo Scompigliodi alfredo Pirri (2009)

    Colours Passing Through Perceptions of Shadow and Light di Maurizio nannucci (2009)

    novembresabato

    1PERFORMANCE

    SPE ore 21.00

    Luisa Cortesi e Massimo BarzagliBlack Landscape

    sabato

    8CONCERTO

    SPE ore 21.00antonio CaggianoAugmented instrumentsSolo Concert

    domenica

    9TEATRO RAGAZZI

    SPE ore 15.30

    La Citt del Teatro fondazione sipario Toscana onlusMammatrigna

    sabato

    15MOSTRA

    SPE ore 16.00-19.30

    inaugurazione

    Moira RicciDove il cielo pi vicinoa cura di emanuela De Ceccofino al 28 febbraio 2015

    domenica

    23TEATRO RAGAZZI

    SPE ore 15.30

    Teatro TrabagaiSette in un colpo

  • Cecilia Bertoni e Claire Gue

    rrier

    di Cecilia Bertoni e Claire Guerrier con Carl G. Beukman

    installazione in un metato della Tenuta raggiungibile dopo 15 minuti di percorso e accessibile un visitatore alla volta

    visitabile tutti i giorni su prenotazione fino all'arrivo del freddo

    una stanza nella quale muoversi da soli - una scrivania alla quale sedersi - un letto sul quale sdraiarsi - album e libri da sfogliare

    Linstallazione Camera #3 conclude Solitudine da Camera, un percorso, iniziato nel 2011 con Camera #1 e continuato nel 2012 con Camera #2, in cui due donne si sono interrogate sulle loro identit. Una stanza da letto in cui il visitatore viene invitato ad immergersi in una prigionia allegorica per allontanarsi dal quotidiano e addentrarsi in un universo pieno di rimandi, di evocazioni, di ricordi, di paure e di sogni di due donne racchiuse nella propria solitudine.

    da una parte una gabbia fisica, ma soprattutto mentale, costruita con sottili reti di carta da parati che evidenzia un netto confine tra il divenire di tutto ci che accade allesterno e un tempo che rimane inevitabilmente sospeso allinterno.

    Un racconto su una reclusione fisica, che trascina con s anche ossessioni, doveri affettivi e pensieri, disegnato attraverso la tessitura di frammenti, la dislocazione degli elementi e la diversificazione dei livelli di lettura. il diario narrativo di unassenza che dilaga per la stanza in elementi come un letto, dei cuscini con ritratti imprigionati fra reti ricamate e tessuti a reticolato, un tavolo che ospita innumerevoli memorie e tentativi di fuga, delle calligrafie di segni diversi, unimmagine rinchiusa nellacquario o una sedia con i libri che attendono di essere sfogliati.

    dallaltra una presenza solitaria, evanescente e impotente che vorrebbe penetrare quella gabbia sussurrando la propria identit attraverso la frammentazione del proprio corpo in immagini celate dal vetro o protette sotto un tavolo, uno spazio colmo di terra popolato da neonati in miniatura e dei video in cui sembra intrappolata nella parete della stanza o sospesa nellambiente. Una presenza che vorrebbe comparire, ma che svanisce appena si avvicina, rimanendo nella periferia, intrappolata fuori dalla rete.

    Camera #3 (2014)Tenuta Dello Scompiglio

  • Presso la libreria dello sPe disponibile il libro di cecilia bertoni Solitudine da Camera #1, #2, #3, che racconta attraverso disegni, fotografie e testi il percorso realizzato dai tre artisti, con testi critici di andrea domesle e angel moya Garcia.

    Unesigenza di porsi domande relative al ruolo del proprio s nel contesto in cui agisce, mostrando il corpo come involucro di ricordi e esperienze che emerge in modo furtivo e delicato senza riuscire mai ad irrompere definitivamente.

    insieme originano unatmosfera in cui si scontra la serenit della visione con la complessit del pensiero, la calma introdotta dalle finestre con lagitazione vissuta tra le recinzioni e lintermittenza dei suoni provenienti dal mondo esterno con i rumori ascoltati allinterno.

    Un incontro lacerante in cui sono trascurabili le differenze anagrafiche, sociali, economiche o culturali delle due donne e che si snoda in un luogo da cui fuggire o di cui appropriarsi. Unesternazione delle prigioni fisiche o mentali, passate o presenti che ci appartengono pi di ogni altra cosa e di cui nessuno di noi riesce a dimenticarsi.(angel moya Garcia)

  • Cecilia Bertoni e Claire Gue

    rrier

  • Caterina Pe

    cchioli Se

    deo Ergo

    Sum

    La mostra fotografica lo sviluppo di una ricerca di caterina Pecchioli iniziata nel 2010 allo scompiglio con linstallazione-performance Relazioni a Catena con le performer costanza Givone e marie Goeminne, di cui disponibile la versione Flip-book. invitata a ripensare lopera come metamorfosi nello sPe - spazio Performatico ed espositivo della tenuta, caterina ha proseguito la ricerca nel febbraio 2013, durante un periodo di residenza con la realizzazione di un laboratorio per famiglie sul tema delle relazioni interpersonali, tenuto assieme a costanza Givone. La mostra include una serie di sette immagini di grande formato, tra queste: la basilica di s. Pietro, la camera dei deputati, la sala di Luca Giordano in Palazzo medici a Firenze, la metropolitana di Parigi e il teatro valle occupato di roma.

    SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    Caterina Pecchioli

    Caterina Pecchioli

    Sedeo Ergo Sum

    fino al 28 settembre 2014

  • Chiharu Shiota

    Lo spazio Performatico ed espositivo dello scompiglio ospita A Long Day, la nuova installazione site-specific dellartista giapponese chiharu shiota, a cura di Franziska nori. essa presenta alcuni degli aspetti pi incisivi del lavoro dellartista unendo installazione, scultura e performance in una dimensione spazio-temporale condensata. nella creazione delle sue installazioni, chiharu shiota affronta i grandi temi esistenziali delluomo come la memoria e loblio, lappartenenza e lidentit, la paura e la solitudine, la nascita e la morte. Per A Long Day shiota ha utilizzato fili di lana nera che ha intrecciato in un lungo processo, fino a condensarli in una fitta tessitura, rendendo lo spazio impenetrabile. Linstallazione racchiude un tavolo e una sedia attorno ai quali fluttuano fogli bianchi immobili e congelati nel tempo.Lartista crea immagini tridimensionali, scenografie in cui oggetti di uso quotidiano perdono la loro funzionalit a favore di un valore emotivo e simbolico. Lo spazio tridimensionale diventa per lartista la tela sulla quale dipingere unimmagine che nasce da un immaginario intimo e privato ma che nella trasposizione acquisisce una dimensione universale, una simbolicit poetica che si rivela al visitatore in tutta la sua forza espressiva. il filo nero diventa tratto, diventa disegno nello spazio e allo stesso tempo traccia del corpo in movimento. nonostante la sua totale assenza il corpo a rimanere protagonista dellinstallazione. chiharu shiota una delle pi affermate artiste giapponesi della sua generazione. nel suo lavoro sintetizza i due filoni artistici che pi sembrano averla influenzata: da un lato la tradizione giapponese del calligrafismo, che lavora sullo stato di concentrazione dellartista prima dellatto unico e irripetibile del gesto pittorico e, dallaltro, la lezione trasmessale da marina abramovic, di cui stata allieva e secondo la quale lartista deve lavorare quasi asceticamente, in uno spirito di concentrazione meditativa che culmina in un atto apparentemente semplice, ma colmo di significato.

    Chiharu Shiota

    A Long Daya cura di franziska nori

    fino al 12 ottobre 2014

    SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    Guido Mencari >

  • Sisters of Hera

    20-21 settembre

    Aurelius Productions / Grist to the MillAssociazione Culturale Dello Scompiglio

    Sisters of Hera - Dentro/Fuoriun viaggio site specific in 3 atti: La Caccia - il Ritorno a Casa - La Festacon una pausa per un calice alla cucina dello scompiglio (incluso nel biglietto)

    ore 16.00-20.30 Spazi esterni della Tenuta e SPE

    bianchi teli di lino che sfiorano il terreno; attrezzi da lavoro che diventano strumenti musicali; alberi con rami dalle fattezze umane - un amalgama interattivo di musica, danza e performance, in cui lesterno viene portato dentro e viceversa. Perfomance dal vivo, composizioni sonore, video e installazioni celebrano le dualit dello scompiglio: arte e natura; architettura e agricoltura; vita selvatica e domestica. il pubblico viene invitato a percorrere spazi allaperto, alla scoperta di magiche trasformazioni in La Caccia, per riavvicinarsi allinterno, dopo un aperitivo, e gustarsi lesperienza de il Ritorno a Casa. Un viaggio che - partendo dallesterno - culmina all'interno, in un connubio di esperienze sensoriali.

    ideazione e curadorothy max Prior regiaisobel smith designer/artista visivaJames Foz Foster compositore

    in collaborazione con: simon Wilkinson, circa69 (UK); Yael Karavan, the Karavan ensemble (israele); matthew blacklock e marion duggan, the ragroof Players (UK); bruno Humberto (Portogallo); serena Gatti (italia); the baron Gilvan (UK)

  • Mozart, c

    os fan

    tutti

    valerio Galli direttoreFabio Fabbrizzi flautocinzia conte arpamarco ortolani clarinetto

    Giorgio battistelliSciliar (2012)Wolfgang amadeus mozartConcerto in do maggiore per flauto, arpa e orchestra K.299Concerto per clarinetto e orchestra K.622si ringrazia il Teatro del Giglio per la gentile collaborazione

    26 settembre

    Orchestra della Toscanaore 21.00 Teatro del Giglio - Lucca

    L'orchestra della toscana esegue un concerto sinfonico al teatro del Giglio di Lucca, nell'ambito della rassegna Mozart, cos fan tutti. La formazione guidata da valerio Galli, giovane direttore nato a viareggio e cresciuto ...con Puccini nel sangue..., sorprender il pubblico con un programma molto particolare. apre il concerto Sciliar di Giorgio battistelli, brano ispirato al massiccio monte che si estende tra bolzano e trento, luogo di culto sin dallet di bronzo, da sempre deputato ad accogliere sogni, aspirazioni e desideri degli esseri umani, come spiega lo stesso direttore artistico dellort: non una composizione descrittiva, n tantomeno illustrativa: Sciliar la visione musicale di un topos mitico e autobiografico dove orecchio e occhio cercano il divino, mentre una voce interiore scandisce i fonemi incantatori, liquidi e sonanti, della denominazione ladina. dal contemporaneo si passa poi al classicismo settecentesco con il Concerto per flauto, arpa e orchestra K.299 e il Concerto per clarinetto K.622 di mozart. Protagonisti le prime parti dellort con Fabio Fabbrizzi al flauto, marco ortolani al clarinetto e larpista cinzia conte.

    Lelli e Masotti >

  • 11 ottobre

    Note Sparseimprovvisazione per pianoforte e video

    ore 19.30 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    stefano battaglia pianoforte Lelli e masotti immagini in proiezione Gianluca Lo Presti / mammaFotogramma controllo live-video

    Un progetto presentato a Padova allauditorium Pollini nellaprile 2006 e reiterato a Pomi-gliano Jazz e varallo sesia nel 2008. La collaborazione tra uno dei pi originali ed eclettici talenti di oggi, il pianista (di jazz? L'etichetta gli va stretta) stefano battaglia con silvia Lelli e roberto masotti, ovvero Lelli e masotti, due dei pi accreditati fotografi darte e di spettacolo di oggi, che qui propongono un lavoro molto personale ed enigmatico che opera su immagini di provenienza e natura molto varia, legate come sono alla scena e alla musica. ad esem-pio un forte legame con mozart espresso da alcune fotografie chiave presenti in mostra, provenienti dalla messa in scena, al teatro alla scala, di opere come La clemenza di Tito e Il ratto dal serraglio. stefano battaglia improvvisa su una sequenza dimmagini evocative, eva-nescenti, astratte, non tralasciando una serie di riferimenti a compositori come alec Wilder, ildegarda di bingen, e ispirandosi a figure del pensiero come Pasolini, Gurdjieff, per citarne solo alcuni. il linguaggio dei suoni e quello del video sono mossi dallimprovvisazione che messa in gioco in modo libero tramite un ascolto reciproco che rimbalza continuamente tra orecchio e sguardo.

  • 8 novembre

    antonio caggiano percussionista, performermichelangelo Lupone, Giorgio nottoli, Lorenzo Pagliei regia del suono

    Giorgio battistelli Il libro celibe per 1 performerLorenzo Pagliei Ricercare II per geecos, Prima assoLUtaGiorgio nottoli Cometa per gong e live electronics (augmented percussion instrument) Prima assoLUtamichelangelo Lupone Gran Cassa. Canto della materia per Feed-drum

    Augmented instruments Solo Concert

    ore 21.00 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    Mozart, c

    os fan

    tutti

  • 13 dicembre

    ensemble ars Ludiantonio caggianoalessandro di GiulioPietro PompeiGianluca manfredoniarodolfo rossiGianluca ruggeripercussionimario arcari oboe e sassofoniLucio Perotti tastiere e pianoforte

    rota - catalano Il Casanova elettricoomaggio a nino rota e Federico FelliniKarlheinz stockhausen Musik im Bauch (1975)per 6 percussionisti

    in co-produzione conIUC Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma e Ars Ludi

    Ars Ludi

    Musikautomatik

    ore 21.00 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

  • N O T E S P A R S Emostra fotografica e video installazione di Lelli e Masotti (1997-2006)

    inaUGUrazione

    fino al 28 febbraio 2015

    ore 11.00-19.30 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    Perch note sparse?

    meglio suoni.

    raccolti, custoditi, riposti.

    o piuttosto visioni, incontri

    a lungo attesi.

    immagini di suono e silenzio,

    figure di astratto teatro.

    ... dove le luci sono inseguite nel loro estremo riflettersi, nel loro trasformarsi in forme spesso simboliche, anche se si rifanno a una simbologia di cui non conosciamo e forse non dobbiamo conoscere le regole.

    (roberto mutti, Photonews 1997)

    N O T E S P A R S E

    Lelli e Masotti >

    11 ottobre

  • X Giornata de

    l Con

    tempo

    raneo 11 ottobre11 ottobre

    ore 11.00-19.30 Tenuta Dello Scompiglio

    X Giornata del ContemporaneoinaUGUrazione

    N O T E S P A R S Emostra fotografica e video installazione di Lelli e Masotti (1997-2006)

    FinissaGeChiharu Shiota A Long Daya cura di Franziska Nori

    nella giornata sono inoltre visitabili fino alle ore 17.00

    Camera #3 installazione di Cecilia Bertoni e Claire Guerrier con Carl G. Beukman (2014)

    in sostadi F.Marquespenteado (2014)

    There is not a priori answer to this dilemma (The Dolphin Hotel)di Francesca Banchelli (2012)

    W18Sdi Antonio Rovaldi e Ettore Favini (2012)

    Vuoto a renderedi Valentina Lapolla (2012)

    ll Cimitero della Memoriamostra collettiva a cura di Angel Moya Garcia con Cecilia Bertoni (2010)Davide orlandi Dormino, silvia giambrone, Pablo rubio, Chiara scarf, gian Maria Tosatti, Barbara uccelli, enrico Vezzi e Claudia zicari

    Tracce dell'Attesadi Cecilia Bertoni (2010)

    Arie per lo Scompigliodi Alfredo Pirri (2009)

    Colours Passing Through Perceptions of Shadow and Lightdi Maurizio Nannucci (2009)

  • di Luisa cortesi e massimo barzaglicoreografia e interpretazione Luisa cortesiopera in scena massimo barzagliscenotecnica live eva sgr

    una produzione associazione culturale dello scompiglio, cab008

    1 novembre

    Luisa Cortesi e Massimo Barzagli

    Black Landscape

    Black

    Lan

    dscap

    eore 21.00 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    photo courtesy Akiko Miyake, La Biennale di Venezia >

    nel paesaggio nero le immagini arrivano dalloscurit, dal buio alla luce le figure emergono dal nero per darsi alla luce della visione.

    Queste del buio sono immagini che sono gi esistite, che hanno gi vissuto. immagini che hanno vissuto in bui leggermente pi chiari, chiari non di crepuscolo, solamente di luna. La luna la sa lunga riguardo al buio, lei probabilmente che ha la conoscenza pi intima del nero.

    i rumori del buio suonano piuttosto come echi, come echi fuori luogo. il rumore o il suono arriva dal buio da un mondo che forse non l e non l nel nero. il rumore del nero pi prossimo ad un bisbiglio ben scandito, una sorta di passaparola. chi vede il paesaggio nero procede a tastoni ma non come chi non vede. chi abita il paesaggio nero vede quello che non ha mai visto e che eppure gi esistito.

    vedere ci che non si mai visto nonostante ci che si vede sia gi esistito oltre la soglia del non vedere. chi dentro al paesaggio nero non chi procede a tastoni, chi dentro al paesaggio nero lui stesso il paesaggio nero.

  • Moira Ricci

    15 novembre

    Moira RicciDove il cielo pi vicinoa cura di emanuela De Cecco

    inaUGUrazione

    fino al 28 febbraio 2015

    ore 16.00-19.30 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    il progetto site specific di moira ricci parla della "terra" e della perdita della funzione che ha sempre avuto.Pier Paolo Pasolini gi negli anni sessanta affermava che la morte del mondo contadino avrebbe portato alla fine della nostra storia. adesso siamo alla vigilia della morte dell'ultima generazione di contadini che vedono svanire tutte le loro fatiche e sacrifici a causa di un cambiamento radicale dell'agricoltura. molti dei poderi che venivano gestiti da grandi famiglie-aziende sono adesso abbandonati, o comperati da cittadini che li usano come casa-vacanze, o raramente, gestiti in maniera imprenditoriale dalle nuove generazioni pi inclini ad accettare le leggi del capitalismo.il lavoro presentato una preghiera al cielo, ma anche una minaccia a chi ci controlla dall'alto, un ritratto di poderi che hanno perso la loro identit e il loro significato, un tentativo di fuga e allo stesso tempo l'incapacit di metterla in atto.

    Moira Ricci,"Dove il cielo pi vicino, 2014 stampa a getto d'inchiostro su carta fotografica, 400x200 cm >

  • Chiha

    ru s

    hiota

    , Love Letters

    , 201

    3, K

    unst

    mus

    eum

    Wolf

    sbur

    g, W

    olfsb

    urg,

    ger

    man

    y; Ph

    oto

    cred

    it: M

    arek

    Kru

    szew

    ski

  • 6 dicembreO tem

    po ri

    creazione e interpretazione costanza Givoneassistenza alla regia e coreografia susana Gasparmusica originale stefano ciardi

    una produzione associazione culturale dello scompiglioco-produzione Fundao calouste Gulbenkiancon il sostegno di Forum dana/o rumo do Fumo, zdb/negocio

    Costanza Givone

    O tempo ri

    ore 21.00 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    Un metronomo segna il tempo.Una testa di cera appesa a un filo. Accendo lo stoppino. Comincia a sciogliersi. Un solo a due per un tempo evanescente. Uno sguardo sulloggi. Un tempo che non passa, un tempo che fugge, un tempo contraddittorio. Un tempo senza eternit. Io ed una grande bambola che si scioglie.Una riflessione sulla relazione della donna col tempo, oggi.

    il progetto O tempo ri il secondo capitolo di una ricerca sul ruolo della donna nella societ contemporanea. La prima fase cominciata nel febbraio 2013 con il progetto Santas de Roca, progetto di arte comunitaria, che aveva come tema principale la relazione della donna con la tradizione. in questa seconda creazione, una performer ed una grande bambola che ricorda una santa sincontrano. il teatro diventa uno spazio interiore dove la performer lotta con le sue paure, si confronta coi suoi sogni e col tempo che incalza, che corre, che rode ogni cosa e non si sente.

    Ho intenzione di costruire un testo che nasca dalla contaminazione della conoscenza popolare e di testi letterari, che considero una voce immortale dellanimo femminile, e creare una danza parlata al ritmo incessante di un metronomo. Una coreografia rigorosa obbliga il corpo a seguire un cammino predefinito, sar la parola la sua salvezza? o viceversa?

    photo Joo Vladimiro >

  • Teatro Rag

    azzi

    12 ottobre

    di marcello chiarenzada unidea di Patrick Lynchcon raffaella meregallimusiche carlo cialdo capelliscene e regia marcello chiarenza

    Elsinor Teatro Stabile di innovazione

    La luna nel nido

    ore 15.30 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    ormai quasi inverno, ma l'uovo ancora un uovo:"che cosa c' che non va, Piuma?" chiede la mamma,"sei timido? Hai paura di uscire? o sei solo pigro?"mamma Piuma non pu aspettare ancora, i tuoi fratelli, Flash, Freccia,nuvola, zig-zag hanno rotto il guscio e preso lezione di volo.il freddo non aspetta e bisogna volare verso un paese caldo.ma un uovo non ha le ali, cos piuma deve aspettaredentro il guscio, al caldo, nel suo nidochi lo difender dallaquila e dal lupo? raffaella!mamma Piuma lo affida a raffaella che abita in un giardino sotto la montagna insieme a Polly la farfalla, Linda il pesce lavatore, archimede il ragno invisibile e bruno, lorso bruno che va in letargo in una grotta sotto il monte civetta.come passer linverno nella casa dalle pareti verdi e il tetto azzurro?e Piuma, in primavera, si decider a rompere il guscio?Et consigliata: 3-8 anni

  • 19 ottobre

    di e con alberto de bastiani musiche dal vivo Paolo Forte scenografia e figure Jimmy davies

    Alberto De Bastiani

    Fortunato e i tre capelli d'oro dell'orcouna fiaba dei Fratelli Grimm

    ore 15.30 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    cera una volta una povera donna che partor un maschietto e siccome era venuto al mondo con la camicia della fortuna gli predissero che a quattordici anni avrebbe sposato la Figlia del re. ed ecco, il re capit poco tempo dopo in quel villaggio, e saputo della profezia, decise che quel bambino non avrebbe mai sposato sua figlia...inizia cos questa fiaba che troviamo nella raccolta dei fratelli Grimm, una fiaba non tanto conosciuta ma non per questo minore, una fiaba che parla a grandi e bambini, raccontata, cantata e animata da alberto de bastiani e Paolo Forte. narrazione, burattini, figure animate, musica dal vivo, giocoleria e magia sono gli ingredienti utilizzati per raccontare questa storia dove il vecchio (rappresentato dallorco e dal re) possa lasciar spazio alluomo nuovo, il ragazzo con la camicia, il figlio della fortuna.Et consigliata: per tutti

  • Teatro Rag

    azzi

    9 novembre

    collaborazione drammaturgica daniela bettini e roberta Giaconicon Letizia Pardi e Francesca Pompeoscene e maschere daria Palottirealizzazione scene Luigi di Giornomusiche originali maurizio coronile voci dei bambini sono di Gaia Giannerini, iacopo rigacci, ilaria taglioni

    La Citt del Teatro - Fondazione Sipario Toscana Onlus

    Mammatrigna

    ore 15.30 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    Mammatrigna un animato catalogo di mamme alle prese con un altrettanto animato catalogo di bambini e bambine, una scanzonata galleria di ritratti teneri e graffianti, ironici e malinconici, dove ogni bambino potr riconoscere un pezzetto di s e un pezzetto della propria mamma. dalla mamma Dolce-miele, coccolosa e appiccicosa, alla mamma Ora-le-prendi manesca e prepotente; dalla mamma Tanto-non-ti-riesce criticona e giudicante, alla Mamma-bravo-bravissimo sempre pronta a incoraggiare e rassicurare. e ancora mamme, mamme superorganizzate e superefficienti che si muovono come robot o mamme sempre stanche o sempre di fretta che non hanno mai tempo per giocare. e che dire invece delle matrigne? Lo spettacolo non rinuncia ad un incursione nel mondo delle fiabe per contrapporre ai famosi personaggi crudeli e gelosi, una figura di matrigna moderna, affettuosa e accogliente ribattezzata in Mamma-allargata. Et consigliata: 6-10 anni

    Spettacolo vincitore del XXXI Festival Nazionale Del Teatro Per I Ragazzi di Padova 2012 - Premio Padova - Amici Di Emanuele Luzzati

  • 23 novembre

    spettacolo per carro, due attori e pupazzicon claudio monteleone ed elena Farulli

    Teatro Trabagai

    Sette in un colpo(ovvero la storia di colui che ammazz sette mosche e salv un regno)

    ore 15.30 SPE - Spazio Performatico ed Espositivo

    Un povero re stato rapito da un orcoed tenuto prigioniero nel suo carro.ad un povero sarto accade un giorno per caso di schiacciare settte moschee di decidere di cambiare il suo nome in: "sette in Un coLPo".come queste due vicende si incrocino e portino alla salvezza del regno una fatalit di quelle che solo le migliori fiabe sanno raccontare...Et consigliata: per tutti

  • Opere Perman

    enti

    F.Marquespenteado (2014)in sosta

    Valentina Lapolla (2012)Vuoto a rendere

    La visita alle opere permanenti,

    negli spazi esterni Dello Scompiglio,

    possibile solo su prenotazione

    e soggetta alle condizioni climatiche

    Francesca Banchelli (2012)There is not a priori answer to

    this dilemma (The Dolphin Hotel)

    Ettore Favini e Antonio Rovaldi (2012)W18S

  • Maurizio Nannucci (2009)Colours Passing

    Through Perceptions of Shadow and Light

    il Cimitero della Memoriaa cura di Angel Moya Garcia

    con Cecilia Bertoni (2010)davide orlandi dormino, silvia Giambrone,

    Pablo rubio, chiara scarf, Gian maria tosatti, barbara Uccelli,

    enrico vezzi e claudia zicari

    Cecilia Bertoni (2010)Tracce dell'Attesa

    Alfredo Pirri (2009)Arie per lo Scompiglio

  • Residen

    ze

    8-21 settembre Aurelius Productions / Grist to the MillAssociazione Culturale Dello Scompiglio

    Sisters of Hera-Dentro/Fuori (ii sessione)ideazione e cura dorothy max Prior regiaisobel smith designer/artista visivaJames Foz Foster compositore in collaborazione con: simon Wilkinson, circa69 (UK); Yael Karavan, the Karavan ensemble (israele); matthew blacklock e marion duggan, the ragroof Players (UK); bruno Humberto (Portogallo); serena Gatti (italia); the baron Gilvan (UK)

    23 settembre-6 dicembreCostanza Givone

    O tempo ricreazione e interpretazione costanza Givone assistenza alla regia e coreografia susana Gaspar musica originale stefano ciardi produzione associazione culturale dello scompiglioco-produzione Fundao calouste Gulbenkian con il sostegno di Forum dana/0 rumo do Fumo, zdb/negocio

  • 6-19 ottobreGruppo DOM

    La disciplina del campo (ii sessione)con simone evangelisti, Hlne Gautier, Francesco michele Laterza,

    sara Giulia Leghissa, daria menichetti, valerio sirnaLeonardo delogu regia

    produzione associazione culturale dello scompiglio

    20 ottobre-1 novembre Luisa Cortesi e Massimo Barzagli

    Black Landscapedi Luisa cortesi e massimo barzagli

    coreografia e interpretazione Luisa cortesi opera in scena massimo barzagli

    scenotecnica live eva sgr produzione associazione culturale dello scompiglio / cab008

  • Biglietti concerti e performance alla Tenuta Dello Scompiglioadulti: e 12,00 - e 7,00ridotto bambini 3-12 anni, over 65, studenti universitari: e 7,00ingresso solo esposizioni: e 5,00

    Biglietti performance Sisters of Hera-Dentro/Fuori (incluso aperitivo alla cucina dello scompiglio)intero: e 15,00ridotto: e 10,00

    Biglietti concerto ORT al Teatro del GiglioPlatea/palchi laterali: e 20,00 (intero); e 18,00 (ridotto *)Galleria/palchi laterali: e 16,00 (intero); e 13,00 (ridotto *)Loggione: e 10,00

    *over 65; under 25; abbonati teatro del Giglio

    Biglietti Rassegna Teatro Ragazziintero: e 7,00ridotto bambini 3-12 anni, over 65: e 5,00

    Manifestazioni a ingresso libero11 ottobre: X Giornata del Contemporaneo

    15 novembre: Moira Ricci - Dove il cielo pi vicino

    Orari mostre e libreria - SPEle mostre e la libreria sono aperte al pubblico dal gioved alla domenica,ore 14.00-18.00, oppure su appuntamento; nei giorni di spettacolo,apertura dalle ore 14.00 fino a mezzora dopo il termine degli spettacoli

    info visite linstallazione Camera #3, raggiungibile dopo 15 minuti di percorso e accessibile per una persona alla volta, visitabile tutti i giorni su prenotazione fino all'arrivo del freddo

    la visita alle opere permanenti negli spazi esterni dello scompiglio possibile solo su prenotazione ed soggetta alle condizioni climatiche

    nella giornata scelta per la visita, prenotando il cestino alla cucina dello scompiglio, possibile fare un picnic negli spazi esterni della tenuta, con lopportunit di creare un proprio itinerario che si snoda fra le opere e il contesto naturale per cui sono state ideate

    INFORMAZIONI

  • Cucina Dello Scompiglio situata subito fuori le mura della tenuta, la cucina sar sempre aperta nei giorni di spettacolo dando la possibilit di pranzare, fare merenda, prendere laperitivo o cenare nei suoi spazi interni ed esterni. riduzioni del 10% sul menu la carte presentando il biglietto degli spettacoliinformazioni e prenotazioni:+39 0583 971473 +39 338 6118730 [email protected]

    informazioni complete e aggiornamenti su programmi e orari:

    delloscompiglio.org

    informazioni e prenotazioniSPE - Spazio Performatico ed Espositivobiglietteria aperta dal gioved alla domenica, ore 14.00-18.00+39 0583 971125 [email protected]

    Associazione Culturale Dello Scompiglioufficio aperto dal luned al venerd, ore 9.00-17.30+39 0583 971475 +39 0583 971612 +39 338 [email protected]

    informazioni e prenotazioniconcerto ORT al Teatro del Giglio

    Biglietteria Teatro del GiglioPiazza del Giglio, 13/15 - Lucca

    +39 0583 465320 teatrodelgiglio.it [email protected]

    per le manifestazioni allaperto alla Tenuta Dello Scompiglio sono consigliate calzature sportive non sono ammessi cani

    Stampato su carta ecologica Symbol Freelife Satin delle Cartiere Fedrigonicertificata FSCstampato su carta ecologica symbol Freelife satin, cartiere Fedrigoni

  • Associazione Culturale Dello Scompiglio direttrice artistica Cecilia Bertoni

    +39 0583 971475 +39 0583 971612 +39 338 [email protected]

    SPE - Spazio Performatico ed Espositivo+39 0583 971125 [email protected]

    via di vorno, 67 - 55012 vorno, capannori (LU)

    delloscompiglio.org

    Impulso > dare spazio ad una cultura dove i sensi, listinto e lincontro fra artisti, pubblico, natura, coltura siano stimolati, eccitati, riempiti, svuotati...dove in mezzo al pubblico ci si possa sentire forse un po pi individui

    in cop

    ertina:

    Lelli e m

    asotti, senza titolo (n

    ote sp

    arse 4)