Citt  di Cuneo - .Come si legge la guida 8 Indice dei luoghi 11 ... invisibiliâ€‌: “la citt 
Citt  di Cuneo - .Come si legge la guida 8 Indice dei luoghi 11 ... invisibiliâ€‌: “la citt 
Citt  di Cuneo - .Come si legge la guida 8 Indice dei luoghi 11 ... invisibiliâ€‌: “la citt 
Citt  di Cuneo - .Come si legge la guida 8 Indice dei luoghi 11 ... invisibiliâ€‌: “la citt 
Citt  di Cuneo - .Come si legge la guida 8 Indice dei luoghi 11 ... invisibiliâ€‌: “la citt 

Citt  di Cuneo - .Come si legge la guida 8 Indice dei luoghi 11 ... invisibiliâ€‌: “la citt 

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Citt  di Cuneo - .Come si legge la guida 8 Indice dei luoghi 11 ......

2015 Bbox s.r.l.Direzione e redazioneCorso Solaro 612100 Cuneotel. 0171.696240fax 0171.863111info@bbox.cnredazione@piueventi.it

Tutti i diritti riservati, riproduzione vietata

Le notizie e i dati riportati in questo libropossono essere soggetti a variazioni nel tempoe pertanto la Pi Eventi Edizioni non si assumealcuna responsabilit su variazioni, omissioni eerrori al riguardo.

Coordinamento editoriale e impaginazione Pi Eventi Edizioni - Bbox s.r.l.

A cura di Laura Conforti e Laura Marino

Hanno collaborato: Roberto Albanese, Alberto Borello, Mario Bosonetto, Alberto Cavaglion, Giovanni Cerutti, Stefania Chiavero,Stefania Coates, Mario Cordero, Alessandra Demichelis, Roberto Dutto, Michela Ferrero, Flavio Frison, Elena Lovera, Francesco Pennarola, Giulia Poetto, Sandra Viada.

Fotografie Paolo Viglione

Crediti fotografici Archivio Comune di Cuneo, Archivio Diocesi di Cuneo, Archivio Museo Civico di Cuneo, Archivio Museo Diocesanodi Cuneo, Archivio Istituto Storico della Resistenza di Cuneo, Archivio fotografico Fondazione CRT - GiovanniFontana, Archivio Parco fluviale Gesso e Stura, Fondazione Nuto Revelli, Roberto Albanese, Gianni Arnaudo, AnnaBonavia, Fabio Catalano, Gian Michele Gazzola, Guido Giordano, Elena Lovera, Teresa Maineri, Domenico Olivero,Sonia Ponzo, Nazareno Robaldo, Thomas Tucci.

Il testo a pagina 214 e seguenti parzialmente tratto da I pi suggestivi itinerari per scoprire Cuneo e le suevalli alpine pubblicato dalla Camera di Commercio di Cuneo.

Si ringraziano lIstituto storico della Resistenza e della Societ Contemporanea in provincia di Cuneo e laSoprintendenza Archeologia del Piemonte.

Stampa Tipografia Europa - Cuneo

Citt di Cuneo

SOMMARIO | indice generale

Cuneo si presenta 7Come si legge la guida 8Indice dei luoghi 11

Cuneo si racconta 12Cuneo in cifre 16Le tappe della storia 18Il territorio 26Levoluzione della citt 30La cartina 35

Indice degli itinerariCuneo Essenziale | 36Storie Cuneesi: I luoghi dincontro dei Cuneesi 78

Cuneo Storica | 82Storie Cuneesi: Giornali, radio e tv cuneesi: una citt che comunica 128

Cuneo Moderno-contemporanea | 130Storie Cuneesi: Cinema a Cuneo e Cuneo nel cinema 168

Cuneo Resistente | 170Storie Cuneesi: Nuto Revelli, la Fondazione e Paraloup 198

Cuneo Dintorni | 200Storie Cuneesi: Cuneo e le sue valli 214

Cuneo Outdoor | 218Storie Cuneesi: Cuneo e lo sport: una piccola citt per grandi campioni 244

Informazioni pratiche 246(Come arrivare; come muoversi; servizi; visite guidate, escursioni e servizi al turista; manifestazioni; cinema e teatro; mercati; luoghi di svago; luoghi di cultura;dove dormire e dove mangiare)

7

Una guida di citt come si deve si muove nello spazio, in qualche modo nemisura la pelle e le arterie, ricostruisce percorsi; ma il suo obiettivo piambizioso un altro: quello di raccontare il tempo. La citt la sua storia,dove si costruita unidentit irripetibile. Ma non cos evidente, il racconto. Lo ha spiegato con straordinaria efficacia Italo Calvino, in una delle sue Cittinvisibili: la citt non dice il suo passato, lo contiene come le dita di unamano, scritto negli spigoli delle vie, nelle griglie delle finestre, negli scorrimanodelle scale, nelle antenne dei parafulmini, nelle aste delle bandiere. La citt fatta di relazioni tra le misure del suo spazio e gli avvenimenti del suopassato. Per questo cos difficile scrivere una guida. Per non limitarsi adescrivere, occorre pazienza e sensibilit storica, occorre scavare sotto la crostadellapparenza. qualcosa che assomiglia molto ai modi dellarcheologia. Dobbiamo imparare a guardare e abbiamo bisogno di qualcuno che ci insegni anon accontentarci dei monumenti, per ritrovare lo stupore genuino di frontealla magia del contesto e dei dettagli. Quelli che qui sono puntualmenterichiamati nei testi e nel racconto parallelo delle fotografie. Vi sono contenutifotogrammi che raccontano la trasformazione. Le citt sono obbligate atrasformarsi continuamente, nel loro DNA. Ma oggi, a Cuneo, questatrasformazione si fatta importante, consistente, diffusa in tutto il centrostorico e non solo. Per capirlo basterebbe confrontare questa nuovissima edesauriente guida con quella che io stesso firmai nel 1988, ventisette anni fa.Tutto cambiato, da allora (anche se, beninteso, non tutto cambiato inmeglio!). Ed cambiato anche il modo di raccontare. Certo, una cosa la cittaltro il discorso che la descrive. Ma un rapporto c e ci si pu chiederelegittimamente che cosa ci riserver il futuro. Il suggerimento arriva ancora unavolta da Calvino: E inutile stabilire se Zenobia (o Cuneo, n.d.r.) sia daclassificare tra le citt felici o tra quelle infelici. Non in queste due specie cheha senso dividere le citt, ma in altre due: quelle che continuano attraverso glianni e le mutazioni a dare la loro forma ai desideri e quelle in cui i desideri oriescono a cancellare la citt o ne sono cancellati. Finora - lo attesta questaguida - i nostri desideri sulla citt che amiamo lhanno protetta, anche se nonsar mai messa al sicuro definitivamente. Ma anche scrivere e pubblicare unaguida come questa un modo per suscitare sani desideri di convivenza esviluppo. Un modo per prendersi cura della citt.

Mario Cordero

INTRODUZIONE | Cuneo si presenta

8 9

Questa guida alla citt di Cuneo si propone come strumento decisamenteinnovativo: la sua impostazione si discosta dalle classiche guide turistiche. A cominciare dalle pagine introduttive che non seguono il consueto schema dicapitoli sulla storia, la geografia e gli aspetti antropologici della citt, mapropongono letture volte a comunicare lidea e lidentit della citt a cui siaffiancano approfondimenti tematici pi specifici. Anche nelle pagine dedicatealla visita il volume si presenta come strumento nuovo: esso infatti organizzatoin itinerari tematici che permettono a ciascuno di scoprire la citt seguendo uninteresse peculiare. Ogni luogo viene cos riproposto nei diversi itinerari masecondo una lettura tematica e unottica diversa.

Gli itinerari ll primo presenta i luoghi che non si possono perdere: quelli che anche unturista che a Cuneo si trova per poco tempo deve scoprire per avere un primoassaggio della citt. Il secondo offre unapprofondita panoramica dei punti diinteresse della citt storica: dedicato a chi ama le caratteristiche atmosferedella citt vecchia, a chi ha interesse per le chiese antiche e le architetturemedievali. Il terzo invece racconta i luoghi di quella parte della citt che andata crescendo e sviluppandosi a partire dallOttocento. Il quarto a temaResistenza perch Cuneo uno dei luoghi simbolo di questa esperienza. Ilquinto invece descrive le emergenze pi significative delle frazioni nei dintornidi Cuneo. Il sesto infine tutto dedicato alloutdoor e allo sport. Al fondo delvolume si trova anche unesauriente sezione con tutte le informazioni praticheutili a chi a si trova a soggiornare in citt.

La sezione finale di ciascun capitolo dedicata a Storie Cuneesi, argomenticuriosi volti a dare una visione ampia espesso inconsueta della citt

Undicesimo di quattordici figli, Tancredi(1856-1939) far una brillante carrierapolitica. consigliere comunale dal 1883 eprovinciale dallanno seguente, deputatoalla Camera dal 1887 al 1913 e senatorevitalizio dal 1929. Per un breve periodo sottosegretario alla Pubblica Istruzione, maraggiunge lapice della sua carriera con lanomina a ministro delle Poste e deiTelegrafi. Lesperienza ministeriale diTancredi coincide con un radicalecambiamento nella vita privata: ilmatrimonio con Alice Schanzer, celebrato aRoma nel 1902. Alice (1873-1936),viennese, una fine letterata, studiosa diletteratura inglese, materia che insegnernel 1918 alluniversit di Messina, scrittricedi poesie e saggi. Nellestate del 1903 iconiugi si trasferiscono a Cuneo. Aliceviene introdotta in un ambiente chiuso eper non lasciarsi sopraffare dallisolamentointensifica i rapporti epistolari, acquista libridi genere letterario e artistico daaggiungere alla gi ricca collezione delconiuge, mantiene contatti con bibliotechenazionali e internazionali, con letterati edartisti di tutta Europa e collabora allaredazione de La Sentinella delle Alpi. Nel 1904 nasce Carlo Enrico e nel 1906Tancredi junior. I ragazzi vivono in unatmosferaculturalmente ricca di stimoli e il giornaleavr una parte importante nellaformazione sociale e politica dei duegiovani. Carlo Enrico diverr ingegnere eTancredi junior (Duccio) seguir le orme delpadre, divenendo un brillante avvocato.Entrambi non si iscrissero mai al partitofascista e fin dai primi giorni entrarono

nelle fila della Resistenza. Duccio si fecepromotore della costituzione del primonucleo della banda Italia Libera, dalla qualenasceranno le brigate di Giustizia e Libert.Catturato a Torino il 28 novembre 1944,viene assassinato da fascisti cuneesi aCentallo il 3 dicembre. L8 dicembre vieneproclamato Eroe nazionale, nel gennaio2015 la Repubblica francese gli conferiscela Lgion dhonneur in qualit diCommandeur, il 18 febbraio il governoitaliano gli assegna la Medaglia doro alvalor militare. La creazione del Museo sideve al fratello Carlo Enrico. Infatti, conlegato testamentario, alla sua morte nel1974 egli lasci ogni sua propriet alComune di Cuneo, con il vincolo dicultura e istruzione il Comune di Cuneo,che dovr curare il riordino dei librietenere un inventario di tutti i quadri e leopere artisticheSi costituir cos da partedel Comune una biblioteca e unapinacoteca suppletiveaperte allistruzionedella popolazione.... La casa oggi lospecchio della famiglia e dei suoi interessi.

La biblioteca e la ricca collezione artisticasono totalmente catalogati, cos comelarchivio documentale e fotografico.Entrare nellalloggio, passare di stanza instanza, osservando gli arredi, i quadri, lesculture, i busti di Ga